«Moto, le vendite in calo in Italia ma la Bergamasca è in controtendenza»

Scenari La provincia orobica «tiene» rispetto alle immatricolazioni del 2021 Magri (Ancma): «Passione e mobilità, hanno originato una scelta virtuosa».

«Moto, le vendite in calo in Italia ma la Bergamasca è in controtendenza»
Nonostante la flessione a livello nazionale nel primo quadrimestre di quest’anno, in Bergamasca le immatricolazioni sono in «tenuta», con vendite simili al 2021

Le incertezze legate alla situazione internazionale e le difficoltà che subiscono la catena di approvvigionamento e la logistica rallentano ancora il mercato dei motocicli. Sebbene il primo quadrimestre 2022 registri a livello nazionale un calo leggero rispetto all’anno scorso (-2,6%), le immatricolazioni di ciclomotori, scooter e moto di aprile fanno invece segnare una flessione dell’8,9%. Ma non a Bergamo, che nei primi 4 mesi chiude in pari rispetto al 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA