Ubi, Cattolica rafforza il patto Car Si allarga il fronte contrario a Intesa

Ubi, Cattolica rafforza il patto Car
Si allarga il fronte contrario a Intesa

La compagnia veronese aderisce al Comitato portando al 18,7% la quota totale del capitale. Si rafforza il fronte contrario a Intesa Sanpaolo. L’Offerta prevede che UnipolSai rilevi i rami assicurativi.

Il Car, Comitato azionisti di riferimento di Ubi, si rafforza con l’ingresso di un investitore istituzionale di peso, Cattolica Assicurazioni, che, con il proprio apporto dell’1,01% (la quota minima per aderire al Car è l’1% del capitale sociale della banca) porta la percentuale complessiva del patto di consultazione al 18,7% del capitale, un altro passo verso quel 20% considerato dai pattisti come l’obiettivo e anche il tetto massimo, da non oltrepassare per tenersi a debita distanza dal livello del 25% che farebbe scattare l’obbligo di Opa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA