È urgente il rammendo delle relazioni

È urgente il rammendo
delle relazioni

Quello che impressiona nella tragica vicenda di Marisa Sartori, la ragazza di Curno uccisa dall’ex marito da cui si era separata, è l’età: aveva solo 25 anni. Così giovane ha avuto il tempo di vivere una parabola che era iniziata dall’amore, passata per il matrimonio nel 2012 prima in Tunisia e poi nelle sue terre, ed è finita con la separazione, il ritorno alla casa dei genitori e il tragico epilogo nell’androne di casa, al civico 23 di via IV Novembre. Tutto si è consumato in un fazzoletto di anni, quasi senza avere il tempo di capire e rendersi conto di quello che stava accadendo.

Una velocità che ha lasciato sconvolta la stessa piccola comunità che conosceva bene Marisa (lavorava in un salone di parrucchiera a Mozzo) e che le voleva bene. Probabilmente c’era già preoccupazione, se la sorella Deborha si era premurata di andare a prenderla dopo la giornata di lavoro e di accompagnarla a casa; precauzione purtroppo inutile, perché la stessa sorella è finita sotto la furia dell’ex marito ed è ricoverata all’ospedale Giovanni XXIII.


© RIPRODUZIONE RISERVATA