Una nuova economia non è un’utopia

Dal suo primo giorno di pontificato Papa Francesco ha espresso, con la sua ormai proverbiale determinatissima dolcezza, circostanziate critiche all’attuale modello economico e allo strapotere della finanza, definita «una cosa gassosa», a scapito dell’economia reale.

Una nuova economia non è un’utopia

Il 1° maggio del 2019 ha inviato ai giovani economisti di tutto il mondo un messaggio con un incipit forte e chiaro: «Cari amici, vi scrivo per invitarvi ad una iniziativa che ho tanto desiderato: un evento che mi permetta di incontrare chi oggi si sta formando e sta iniziando a studiare e praticare un’economia diversa, quella che fa vivere e non uccide, include e non esclude, umanizza e non disumanizza, si prende cura del creato e non lo depreda». In quella stessa esortazione, così amorevolmente confidenziale e al tempo stesso così energica e inequivocabile, il Santo Padre concludeva fissando l’appuntamento ad Assisi dal 26 al 28 marzo 2020. La spaventosa irruzione pandemica e il conseguente periodo di lockdown non hanno reso possibile tutto ciò. L’evento è stato così ripensato in modalità digitale e ha avuto luogo, sempre ad Assisi, dal 19 al 21 novembre 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA