Oasi verde, colpo al chiosco: ingiunzione da 55mila euro

Seriate.Il provvedimento al bar del parco per «occupazione di suolo 2022». L’ira del gestore contro il Comune. Il sindaco: un incontro nei prossimi giorni.

Oasi verde, colpo al chiosco: ingiunzione da 55mila euro
Il chiosco nel parco Oasi verde: al gestore è arrivata un’ingiunzione di pagamento da oltre 55mila euro

Un lavoratore, un ristoratore, gestore del chiosco bar nel parco Oasi verde, con 17 dipendenti di cui 14 a tempo indeterminato, giovani e quasi tutti seriatesi, una mattina, qualche giorno fa, apre una pec e quasi si sente male a vedere un’ingiunzione di pagamento di 55.248 euro . La manda la «San Marco spa» di Brugherio (Monza e Brianza), incaricata dal Comune di Seriate della riscossione del canone unico occupazione suolo anno 2022. La «San Marco» si richiama a un verbale della polizia locale di Seriate che rileva l’occupazione di 374 metri quadrati di suolo pubblico: area antistante l’ingresso dell’esercizio e occupata con 12 tavoli, e area a fianco del chiosco occupata da 8 tavolini di legno, 15 tavolini di plastica e sedie . Tenuto conto «dei dati presentati per le occupazioni di suolo, i versamenti effettuati, i dati negli archivi comunali, la documentazione prodotta dal contribuente», la «San Marco spa» emette l’ingiunzione di pagamento di 33.198 euro se assolta entro 60 giorni dalla notifica, di 55.248 oltre 60 giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA