Don Trussardi: «La carità si fa con testa e cuore, il sentimentalismo non aiuta»

L’Eco di Bergamo Incontra Don Roberto Trussardi è direttore della Caritas diocesana bergamasca dal settembre 2018: dalla pandemia alla guerra in Ucraina, un ruolo difficile. «Mi ricarico in parrocchia cucinando per la sagra di Valtesse».

04:16

«La carità si fa con testa e cuore, cuore e testa, e poi tutto noi stessi al servizio degli altri. Il sentimentalismo non serve»: don Roberto Trussardi è direttore della Caritas diocesana bergamasca dal settembre del 2018 ed è collaboratore parrocchiale a Valtesse. «Resto prete in Valtesse e questo mi aiuta anche nel ricoprire un incarico istituzionale così delicato. La comunità mi ricarica per affrontare le sfide complesse della Caritas » racconta, reduce dalla festa della comunità in cui ha dato una mano anche in cucina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA