Bonetti si fa sentire: «La Zanetti ci sarà Squadra per salvarsi, ma non molliamo»
Francesca Marcon

Bonetti si fa sentire: «La Zanetti ci sarà
Squadra per salvarsi, ma non molliamo»

Il Volley Bergamo, per il terzo anno consecutivo targato Zanetti, sarà regolarmente al via della prossima stagione nel momento in cui, quando e come non si sa, Fipav e Lega Pallavolo avranno stabilito norme e protocolli per ripartire.

«Siamo bergamaschi, gente tosta, tenace, piena di dignità, che non si piega nemmeno quando la tragedia sembra averti schiacciato. Anzi, proprio in queste circostanze viene fuori la nostra tempra di lottatori coraggiosi: è il segno distintivo della nostra terra. Ed è quello cui facciamo riferimento anche noi sportivi: la nostra squadra sul campo ne ha dato dimostrazione in questi trent’anni e continuerà a farlo. Sì, perché è questo il messaggio che voglio rilanciare con forza: noi ci siamo e continueremo ad esserci».

Nell’estate più difficile di sempre, il presidente Luciano Bonetti, interpretando il comune sentimento della grande famiglia Foppa Pedretti, parla a voce alta: «Lo sport deve lanciare un messaggio: la vita continua. Sarà una vita diversa, non saremo più gli stessi, perché la tragedia che si è abbattuta sul mondo, in modo particolarmente accanito sulla nostra martoriata terra bergamasca, ci obbliga a fare punto a capo su tante cose, praticamente su tutto. Ma proprio nel momento più difficile, ci sentiamo chiamati a dimostrare che ci si può risollevare, si può rimettere fuori la testa, si deve tornare a vivere. Un giorno dopo l’altro stiamo ritrovando la nostra strada, anche noi sportivi. Del resto, che cosa è lo sport se non la capacità di accettare le sconfitte e da queste ripartire per tornare in alto? È quello che faremo noi della pallavolo: con orgoglio e spirito di appartenenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA