Futuro del Volley Bergamo, verso una soluzione

Futuro del Volley Bergamo, verso una soluzione

Il volley femminile a Bergamo potrebbe essere ormai a pochi passi dall’uscita del tunnel. Le bocche sono cucite, ma pezzo dopo pezzo il puzzle si compone, e quel che si riesce a dire con ragionevole certezza è che il volley femminile a Bergamo ha buone possibilità di proseguire, in Serie A1.

In fondo a quasi tutti i tunnel, alla fine, c’è uno spiraglio di luce. Il volley femminile a Bergamo potrebbe essere ormai a pochi passi dall’uscita del tunnel, dove c’è la luce. E luce, nel caso, significa ancora una squadra iscritta alla Serie A1. Le indiscrezioni nelle scorse settimane si sono susseguite, con toni alterni. Dall’uscita ufficiale di Luciano Bonetti («Chiudo il Volley Bergamo, regalo il titolo se lo rilevano soggetti bergamaschi»), sono circolate diverse ipotesi, tutte sotto il comune denominatore della «cordata». Termine che, in ambito sportivo, è quasi sempre presagio di fallimenti sul nascere. Il caso del volley potrebbe rappresentare una piacevole eccezione. Siamo ancora nel campo delle indiscrezioni: le bocche sono cucite, ma pezzo dopo pezzo il puzzle si compone, e quel che si riesce a dire con ragionevole certezza è che il volley femminile a Bergamo ha buone possibilità di proseguire, in Serie A1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA