Alluvione, le Marche in ginocchio. Vigili del fuoco anche da Bergamo per i soccorsi

L’emergenza. Una bomba d’acqua ha devastato le province di Pesaro Urbino e Ancona. Almeno dieci morti, paesi distrutti e sfollati. Una squadra del comando di via Codussi è partita venerdì per partecipare alle operazioni di soccorso.

Alluvione, le Marche in ginocchio. Vigili del fuoco anche da Bergamo per i soccorsi
Una veduta aerea di Senigallia sommersa dall’acqua
(Foto di Ansa/Vigili del fuoco)

È stata una notte di terrore quella vissuta tra il 15 e il 16 settembre dai cittadini marchigiani, travolti da una bomba d’acqua che ha devastato parte delle province di Pesaro Urbino e Ancona, dall’entroterra fino alla costa. Venerdì a fine giornata si contavano 10 morti, tutti identificati, e 3 dispersi. Almeno 150 le persone sfollate: «La maggior parte di queste persone si trova nel comune di Senigallia, ma il numero è in crescita», ha spiegato la prefettura di Ancona in una nota. «Al riguardo - si legge nel comunicato - sono stati predisposti dalle forze di polizia dedicati servizi di prevenzione e controllo sugli immobili evacuati». In esame anche altre possibili evacuazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA