Caldo e siccità: il secondo giugno più caldo mai registrato. In arrivo aria più fresca e temporali

Meteo L’analisi di 3bmeteo.com: al primo posto nei dati dell’Isac-Cnr resta il giugno 2003, il 2022 anno critico dal punto di vista climatico e ambientale sull’Italia con la persistenza anomala di un potente anticiclone sub-tropicale sull’Europa. Dal 7-8 luglio e per qualche giorno masse d’aria più fresca dal Nord Europa.

Caldo e siccità: il secondo giugno più caldo mai registrato. In arrivo aria più fresca e temporali
Caldo
(Foto di Ansa)

Il 2022 si sta dimostrando particolarmente critico dal punto di vista climatico e ambientale sull’Italia. «Deficit idrico sempre più grave che penalizza gran parte del nostro territorio a causa di una siccità che morde da mesi», spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara , «è infatti da almeno novembre dello scorso anno che si registrano precipitazioni ben inferiori alla media.

© RIPRODUZIONE RISERVATA