In 1.200 per dire «Grazie» ai medici della Terapia intensiva neonatale

L’iniziativa Al Villaggio degli Sposi grande successo per la manifestazione di solidarietà «600 Battiti per la Tin». In campo i campioni Galbusera, Colbrelli e Casse insieme a 250 spinner di «Pedalare per la vita» e a decine di baby rugbisti.

In 1.200 per dire «Grazie» ai medici della Terapia intensiva neonatale
I 250 spinner che sabato 11 giugno hanno pedalato per beneficenza in favore della Terapia intensiva Neonatale dell’ospedale Papa Giovanni XXIII
(Foto di Colleoni)

Il pomeriggio è torrido, ma quando lo spirito è nobile, anche il caldo più afoso si sente meno. E ieri al centro sportivo don Bepo Vavassori al Villaggio degli Sposi è stato piuttosto il calore della solidarietà per i bimbi della Terapia intensiva neonatale del Papa Giovanni XXIII a farla da padrone. A loro e ai loro genitori è stata dedicata l’iniziativa «Seicento battiti per la Tin», dove per «Tin» s’intende appunto il reparto dell’ospedale di Bergamo nel quale ogni anno vengono ricoverati in media 600 neonati, molti dei quali nati prematuri. Un pomeriggio di sport e di laboratori per i bambini, in grado di coinvolgere circa 1.200 persone, tra cui 250 spinner che sotto un sole bollente hanno pedalato per quasi 3 ore al ritmo della musica mixata da Claudio Ranalli, musicista e produttore discografico, conosciuto per essere stato per anni uno degli uomini di palco nelle tournée di Zucchero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA