Risse e aggressioni in stazione - Video
Continui controlli, ma il degrado rimane

L’attenzione delle forze dell’ordine nei confronti dell’area della stazione e di piazzale Alpini è evidente, ogni giorno, grazie alle pattuglie che presidiano la zona. Basta però abbassare la guardia per pochi minuti per assistere a scene che non fanno bene alla città, proprio come è successo sabato pomeriggio quando è scoppiata una rissa in via Angelo Mai.

Risse e aggressioni in stazione - Video Continui controlli, ma il degrado rimane
Le immagini della rissa in via Angelo Mai

Nel video inviato da un lettore de L’Eco si vede un uomo che cerca lo scontro con un rivale in mezzo alla strada, tra le auto che transitano . L’ennesimo episodio di violenza è stato sedato solo grazie all’intervento delle volanti della Questura che hanno bloccato i due uomini pochi minuti dopo la chiamata da parte di un passante. Per carabinieri e Polizia ogni giorno è così: lo dimostrano i tanti episodi di cronaca di cui abbiamo dato notizia negli ultimi mesi e che si sono risolti con l’intervento delle forze dell’ordine.

http://www.ecodibergamo.it/videos/video/la-rissa-in-centro-a-bergamo_1027820_44/

Domenica 13 marzo 2016 un ragazzo di colore è stato avvicinato da un gruppo di giovani, probabilmente di origine marocchina, che hanno tentato di rubargli il portafoglio e il cellulare. I malviventi lo hanno prima strattonato, poi fermato per cercare di derubarlo. Il ragazzo è riuscito però a scappare sul piazzale dove è stato raggiunto e colpito da uno degli aggressori. È stato buttato a terra con violenza.

http://www.ecodibergamo.it/videos/video/aggressione-nel-sottopasso-della-stazione_1024418_44/

Verso le 19 di mercoledì 6 luglio in piazzale degli Alpini due gruppi di africani e maghrebini si sono affrontati a colpi di bottiglia. La sala radio della questura ha visto dalle telecamere degenerare e ha inviato sul posto le volanti. Qui gli agenti si sono trovati davanti un nigeriano del 1996 (richiedente asilo), amico della ragazza, intervenuto in sua difesa al quale era stato rubato un borsello con uno smartphone, due collanine e due orologi di scarso valore. Gli agenti bloccano subito un marocchino del 1992, regolare ma senza fissa dimora, già noto per reati contro il patrimonio, ma il rapinato fa presente che le persone coinvolte erano 3 : sulla scorta della conoscenza degli abituali frequentatori della zona, gli agenti arrivano così a rintracciare da lì ad un’ora e mezza gli altri 2 coinvolti, che vengono riconosciuti dal nigeriano e arrestati.

http://www.ecodibergamo.it/videos/video/il-video-della-rapina-in-piazzale-alpini_1026784_44/

Negli ultimi mesi nella zona sono stati eseguiti molti blitz da parte delle forze dell’ordine anche con l’utilizzo dell’elicottero e attività di controllo quotidiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA