La Bandabardò: «Difendiamo i valori della condivisione»

L’intervista Il gruppo il 9 luglio al NXT Station. Il leader «Finaz» Alessandro Finazzo: «Siamo dei dinosauri della musica, cresciuti con i racconti partigiani».

La Bandabardò: «Difendiamo i valori della condivisione»

(Foto di «Finaz» Alessadnro Finaz ha preso in mano le redini della Bandabardò)

La grande avventura popolare della Bandabardò non è finita. Finaz Alessandro Finazzo ne ha preso in mano le redini e ha trovato il senso per farla riprendere, complici gli amici di sempre . Enrico Greppi Erriquez non c’è più, ma l’avventura continua anche in suo nome. La banda ha ripreso la strada dei concerti dopo la pubblicazione di un nuovo album, «Non fa paura», condiviso con Cisco Bellotti, la voce dei Modena City Ramblers di una volta. Col «nuovo» cantante il gruppo arriva a Bergamo il 9 luglio al «NXT Station» di Piazzale Alpini (inizio ore 21; ingresso gratuito entro le 20). «Ci siamo presi del tempo, un anno sabbatico, di lutto, di ripensamento. Dovevamo recuperare il senso», spiega Finaz . «Poi ci siamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA