Siccità, riserve di neve a zero e Scipione in arrivo: «Intervenire subito»

Siccità Coldiretti, appello ai gestori dei bacini montani. Ma Legambiente Lombardia: «Situazione critica anche per loro, clima cambiato, l’acqua non è più illimitata».

Siccità, riserve di neve a zero e Scipione in arrivo: «Intervenire subito»
La diga e il lago di Fregabolgia, a secco, nella zona del rifiugio Calvi (Carona)

Non c’è più neve sulle montagne lombarde: a dirlo è il bollettino delle riserve idriche, pubblicato da Arpa Lombardia, da cui risulta che l’acqua disponibile sotto forma di manto nevoso è pari ormai a quantità insignificanti tanto da essere parificate a «zero» metri cubi. Impressionante la differenza con la media di questo periodo dell’anno (di solito 738 milioni di metri cubi) e anche con il minimo (204 milioni di metri cubi) registrato fra il 2006 e il 2020. Diretta conseguenza è che per tutta estate si scioglieranno i ghiacciai, accelerando ulteriormente i processi di cambiamento climatico dell’area alpina. Nonostante le piogge degli ultimi giorni, i livelli dei laghi rimangono più bassi del solito: ieri il lago di Iseo era a 31 centimetri sopra lo zero idrometrico, molto lontano dai 95 centimetri mediamente registrati al 15 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA