«Mio figlio per nove mesi in ospedale, ha sconfitto la malattia per rinascere»

La storia di Mario Maffeis: colpito dalla leucemia a 4 anni, grazie alle cure dei medici del «Papa Giovanni» è riuscito a superarla.

«Mio figlio per nove mesi in ospedale, ha sconfitto la malattia per rinascere»
Mario Maffeis con Pepe e Milady

Uno su centomila ce la fa: la leucemia linfoblastica acuta di tipo «T» che ha colpito Mario Maffeis di Vertova quando aveva solo quattro anni, era particolarmente aggressiva, ed è stata scoperta a uno stadio molto avanzato. Lui però - grazie alle cure dei medici dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII - è riuscito a superarla, in barba alle statistiche. Così piccolo mostra già la tempra di un guerriero, sfogliando le foto scattate in corsia lo troviamo perfettamente a suo agio sulle spalle degli Avengers, i suoi supereroi preferiti. Ora ha 7 anni, «è in remissione» - come dice, prudente, la mamma Alessandra Gusmini -, e corre veloce nel parco dell’ex convento del suo paese. Si siede accanto a noi e sorride timido. Come i crochi dopo un inverno buio si riaffacciano nel prato annunciando la primavera, anche lui, dopo aver attraversato la lunga notte di una malattia gravissima, «ora si gode la sua rinascita», come dice sorridendo la mamma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA