Lascia la fabbrica per tosare le pecore
La storia di Claudio, pastore di Sovere

«Ho iniziato ad allevare pecore undici anni fa – racconta – quando mi sono stancato di lavorare in fabbrica: prima nel settore tessile, poi in quello della carpenteria, sentivo che quell’ambiente non era adatto a me».

Lascia la fabbrica per tosare le pecore La storia di Claudio, pastore di Sovere
Claudio Filisetti, pastore di Sovere
(Foto di Fronzi)

Claudio Filisetti, pastore di Sovere, in un minuto e mezzo tosa una pecora. E il suo non è che sia un tempo da record, ma il tempo medio che lui e gli aiutanti della sua squadra impiegano per togliere tutta la lana a ciascuno di questi animali «in particolare a un esemplare di pecora bergamasca – biellese», precisa subito lui, espertissimo su questo argomento, avendone fatto la propria ragione di vita.

«Ho iniziato ad allevare pecore undici anni fa – racconta – quando mi sono stancato di lavorare in fabbrica: prima nel settore tessile, poi in quello della carpenteria, sentivo che quell’ambiente non era adatto a me. Così ho mollato tutto e mi sono messo in proprio comprando i primi animali e le prime pecore. Oggi ho un gregge di circa mille esemplari». Da alcuni anni l’allevatore di Sovere ha deciso anche di tosare le pecore. E i clienti non mancano: arrivano anche da fuori regione, dal Veneto alla Val d’Aosta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA