Roncola, Piazzatorre e Almenno San Bartolomeo: obbligo di far bollire l’acqua prima dell’utilizzo alimentare

Anomalie al servizio idrico «A seguito degli esiti preliminari delle analisi effettuate, a scopo precauzionale», l’Agenzia di tutela della salute «invita la popolazione di Roncola Alta e Piazzatorre alla bollitura dell’acqua prima dell’utilizzo a scopo alimentare, compreso anche il lavaggio di frutta e verdura». Ordinanze dai sindaci, venerdì sera si è aggiunto anche Almenno San Bartolomeo.

Roncola, Piazzatorre e Almenno San Bartolomeo: obbligo di far bollire l’acqua prima dell’utilizzo alimentare

«A seguito degli esiti preliminari delle analisi effettuate, a scopo precauzionale» Ats «invita la popolazione dei Comuni di Roncola Alta e Piazzatorre alla bollitura dell’acqua prima dell’utilizzo a scopo alimentare, compreso anche il lavaggio di frutta e verdura». È quanto si legge in una nota diffusa dall’Agenzia di tutela delle salute venerdì 10 giugno. «Verranno diffuse ulteriori notizie - conclude la nota - non appena saranno disponibili gli esiti definitivi delle verifiche effettuate».

Roncola, malori nei giorni scorsi

Nel Comune valdimagnino di Roncola nei giorni scorsi abitanti e turisti avevano segnalato malesseri dopo aver bevuto l’acqua corrente dalla fontanella del campo sportivo. Le prime analisi fatte eseguire congiuntamente da Uniacque e Ats avevano dato esito negativo, ma viste le numerose segnalazioni, i due enti ne hanno fatte eseguire altre, più approfondite. Ora anche a Piazzatorre sono state fatte analisi ed è scattato l’invito a far bollire l’acqua: il paese si trova in Alta Val Brembana, a diversi chilometri di distanza da Roncola, i due episodi dunque non sono collegati.

Ordinanze: fontanelle chiuse e far bollire l’acqua

I due sindaci hanno annunciato apposite ordinanze sulla scorta di quanto comunicato da Ats, chiudendo le fontanelle pubbliche e disponendo l’obbligo di far bollire l’acqua ad uso alimentare. Il primo cittadino di Roncola, Marcellino Rota, commenta: «Non si è ancora capito il motivo dei malesseri. La situazione potrebbe diventare un problema per il paese, perché si protrae da diversi giorni e alle porte c’è l’estate, si rischia di creare un disservizio per i turisti». Il sindaco di Piazzatorre Valeriano Bianchi, invece, si dice «sorpreso» dalla comunicazione dell’Ats. «Qui non si sono verificati malesseri - aggiunge -. Predisporrò l’ordinanza e provvederò a far eseguire delle analisi». Venerdì sera anche il sindaco di Almenno San Bartolomeo (paese a circa 8 km da Roncola), Alessandro Frigeni, sulla scorta di una comunicazione giunta in serata dall’Ats, ha subito firmato un’ordinanza con l’obbligo «in via cautelativa e temporanea» di far bollire l’acqua per il consumo alimentare e ha chiuso le fontanelle pubbliche.

Approfondisci l'argomento su L'Eco di Bergamo di sabato 11 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA