La droga arriva... via posta aerea  Albino, due giovani in manette
Controlli a Malpensa, dove martedì è stato arrestato il tunisino

La droga arriva... via posta aerea

Albino, due giovani in manette

Ha fatto arrivare il pacco attraverso un volo aereo, sotto falso nome e con falsi riferimenti telefonici, ha mandato un altro al posto suo a ritirarlo - oltre tutto con tanto di carta di identità creata ad hoc -, ma non è riuscito comunque a farla franca. Due giovani di Albino sono finiti in manette per un carico di droga arrivato a Malpensa.

Martedì gli uomini della Guardia di finanza dello scalo di Malpensa lo hanno arrestato in flagranza per traffico di sostanze stupefacenti e, più esattamente, per aver fatto arrivare dalla Spagna sette chili e 690 grammi di marijuana attraverso il servizio del corriere Sda. In manette sono finiti D. L., 25 anni, di Albino, piccolo imprenditore senza precedenti penali, e un suo amico marocchino, O. B., 19 anni, anche lui incensurato e residente nello stesso comune.

A dare il via all’operazione delle Fiamme Gialle di Malpensa l’arrivo, nelle scorse settimane, di due distinti pacchi tramite il corriere Sda dalla Spagna: in entrambi i casi un forte odore di marijuana aveva attirato l’attenzione dei militari e un immediato controllo aveva confermato i sospetti sul contenuto illecito. Ma l’operazione delle forze dell’ordine è stata più complessa del previsto: il pacco era arrivato sotto falso nome e con falsi riferimenti telefonici. Ma i due non sono comunque riusciti a farla franca.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 14 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA