Val di Scalve, due interventi del Soccorso alpino: in volo anche l’elicottero

Gli uomini della VI Delegazione Orobica del Soccorso alpino lombardo in azione verso le 11.30 di domenica 13 febbraio.

Val di Scalve, due interventi del Soccorso alpino: in volo anche l’elicottero
L’intervento del Soccorso alpino verso il rifugio Albani

Due interventi quasi in contemporanea, domenica 13 febbraio, entrambi intorno alle 11.30. Il primo ha riguardato un soccorso a un’escursionista di 45 anni di Mariano Comense che si è infortunato sul Pizzo Camino, nel territorio del comune di Azzone; l’intervento è stato compiuto dall’elisoccorso di Areu - Agenzia regionale emergenza urgenza, decollato da Caiolo in Valtellina, l’uomo è stato portato agli Spedali Civili di Brescia, non è grave.

Pochi minuti dopo, lungo il sentiero n. 403 che conduce al rifugio Albani, una giovane escursionista si è fatta male a una caviglia e non era più in grado di proseguire. La squadra, composta dai tecnici della Stazione di Schilpario e del Centro operativo di Clusone, è salita con la seggiovia, messa a disposizione dai gestori degli impianti di Colere. I soccorritori hanno raggiunto la ragazza, l’hanno valutata sotto l’aspetto sanitario, poi l’hanno stabilizzata e imbarellata, infine trasportata con una serie di calate all’ambulanza, per il trasferimento in ospedale. L’intervento è finito intorno alle 14.30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA