Venerdì 11 Luglio 2014

Antichi riti e tradizioni

nelle Valli bolzanine

Costumi tradizionali, ricette che si tramandano di generazione in generazione, rituali che segnano ogni cambio di stagione e, infine, l’amore per la propria identità così fieramente “di montagna”: l’Alto Adige è uno straordinario scrigno delle più autentiche tradizioni alpine.

Per scoprirle, non serve allontanarsi poi molto da Bolzano (www.bolzanodintorni.info): sul finire dell’estate, la selvaggia Val Sarentino e gli incantevoli altipiani del Renon e del Salto sono infatti lo scenario di sagre e feste tradizionali, come il Barthlmasmarkt (mercato di San Bartolomeo, 25 agosto), legato allo spostamento a valle del bestiame, o lo Schupfenfest (21 settembre), all’insegna della gastronomia locale.

Festa di San Bartolomeo sull’Alpe del Renon

Giornata speciale, quella in cui il bestiame – che ha trascorso i mesi estivi sui pascoli montani dell’Altipiano di Renon – viene riportato nuovamente a valle: si tratta di un evento atteso per lungo tempo e preparato con la massima cura.

Gli animali creano uno spettacolo unico, tanto che ormai questa consuetudine riesce ad attirare ogni anno centinaia di spettatori: appuntamento dunque con il Barthlmasmarkt il prossimo 25 agosto, a mezzogiorno in punto, quando bovini e cavalli saranno riuniti sull’Alpe del Renon, per essere esaminati, venduti e comprati dai contadini. Il raduno permette inoltre di assistere dal vivo alla ripetizione di antichi rituali altoatesini: in quest’occasione infatti il Saltner, una sorta di aiutante del contadino, deve dar prova delle proprie capacità, associando a ciascuno dei mille animali presenti il giusto padrone, mentre i Goaßlschnöller fanno schioccare le fruste. Infine la festa si sposterà nel paese di Pemmern, con la banda di Vanga e i suonatori di corno alpino: una divertente sagra campestre, con balli, canti e specialità locali da gustare.

Informazioni: Ufficio turistico Renon, www.renon.com

Tradizionale sagra in Val Sarentino

Tre giorni di grandi festeggiamenti per dire arrivederci all’estate: succede ogni anno in Val Sarentino, angolo di Alto Adige ancora fortemente legato alle tradizioni e al calendario contadino (a solo mezz’ora di auto dal capoluogo Bolzano). È il momento in cui il bestiame fa il suo ritorno dagli alpeggi e gli abitanti della vallata si preparano ad accogliere l’arrivo dell’autunno. Quest’anno l’appuntamento è fissato per il fine settimana del 6 all’ 8 settembre: la festa avrà inizio sabato pomeriggio, nel paese di Sarentino, con la sfilata e il concerto delle bande musicali. Si proseguirà poi con carri allegorici, esibizioni di gruppi folk, fanfare a cavallo, fiaccolate e processioni. Inoltre non mancheranno bancarelle e stand gastronomici, per un assaggio di specialità a km zero e ricette contadine. La festa si concluderà ufficialmente lunedì 8 settembre con il grande mercato del bestiame e delle merci.

Ma questa sagra è anche un modo per ammirare da vicino i costumi tradizionali – che qui molte persone indossano abitualmente, nella vita di tutti i giorni – e per scoprire il ricchissimo artigianato locale: dai ricami su cuoio con le piume di pavone alle lavorazioni del legno (tornitura e scultura), fino alla tessitura a mano della lana di pecora, proveniente naturalmente da greggi locali.

Informazioni: Ufficio Turistico Val Sarentino, www.valsarentino.com

Schupfenfest a San Genesio

La terza domenica di settembre ritorna lo Schupfenfest, sagra rustico-gastronomica sull’Altopiano del Salto, a San Genesio, proprio sopra Bolzano. Quest’anno dunque appuntamento il 21 settembre, per un tour tra le malghe, dove si potranno degustare specialità culinarie tramandate di generazione in generazione. Assolutamente incantevole anche il contesto: questo altipiano, verdissimo, è caratterizzato da magnifici prati di larici; per chi vuole andare alla scoperta del posto, saranno organizzate anche escursioni a cavallo oppure in carrozza.

Informazioni: Ufficio turistico San Genesio, www.jenesien.net

Muoversi green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l’auto

•In treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche

Con i treni DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9 € (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno. Per maggiori informazioni: www.megliointreno.it

•Mobilcard Alto Adige

Con Mobilcard, si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire l’Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 €. Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6 anni viaggiano gratis.

•Winepass

Abbina Mobilcard & l’offerta lungo la Strada del Vino dell’Alto Adige.

Il Wi¬ne¬pass apre le por¬te del¬l’af¬fa¬sci¬nan¬te mon¬do del¬la Stra¬da del Vi¬no del¬l’Al¬to Adi¬ge. Winepass valido per 3 giorni a 35 €, oppure 7 giorni a 40 €. Per informazioni: www.stradadelvino-altoadige.it

Informazioni: Consorzio Turistico Bolzano Vigneti e Dolomiti tel. 0471 633 488

[email protected] www.bolzanodintorni.info

© riproduzione riservata