• Giovedì 13 Agosto 2020
  • (0)

L'Atalanta accolta all'aeroporto di Orio dai tifosi

L'Atalanta ha perso, non importa, evviva l'Atalanta. Così oltre duecento tifosi hanno deciso di andare ad accogliere i calciatori nerazzurri sotto un sole cocente alle due del pomeriggio quando a Orio al Serio è atterrato l'aereo di rientro dal Portogallo poche ore dopo la beffa del 2-1 subito contro il Paris Saint Germain. C'era la società, con il presidente Antonio Percassi e il figlio Luca in primis. Occhi gonfi, facce stanche di chi ha dormito poco o forse nemmeno, delusione ancora ben stampata in faccia e poca voglia di parlare, ma sempre grande cortesia, così come nell'accettare di saltare e applaudire insieme alla gente uscendo dall'automobile. E poi la squadra compreso lo zoppiccante Gollini, il portiere assente per infortunio ma presente per vivere l'avventura insieme ai compagni e ancora gravato dal vistoso tutore alla gamba infortunata. Tifosi di tutte le età, soprattutto giovani e famiglie, si sono dati appuntamenti per un ultimo saluto all'Atalanta prima delle vacanze e per rendere piu leggera la grande amarezza: nessun contatto fisico con i calciatori e lo staff tecnico, ma un saluto a distanza provando a tenere la mascherina e a rispettare un minimo di distanziamento il più possibile, almeno fino al passaggio dei pullman. Il servizio di Matteo De Sanctis per Bergamo Tv con le immagini di Beppe Bedolis e Elisa Cucchi.

None

Altri articoli
Guarda gli altri video