Schianto a Madone, è morta
la 34enne: donati gli organi

Schianto a Madone, è morta la 34enne: donati gli organi
È morta nel pomeriggio di venerdì, agli Ospedali Riuniti di Bergamo la donna di 34 anni, residente a Curnasco di Treviolo, che mercoledì notte era rimasta vittima di un incidente stradale avvenuto una decina di minuti prima dell'1 a Madone. Si chiamava Margherita Mistrini, di professione operaia: i parenti hanno acconsentito alla donazione degli organi.

La 34enne era stata ricoverata in rianimazione: le sue condizioni erano subito state giudicate gravissime. I medici hanno tentato di tutto per salvarla: Margherita Mistrini ha passato la notte e la mattina di venerdì, poi però le condizioni sono precitate.

Secondo le ricostruzioni dell'incidente la donna, che era alla guida della sua Fiat Panda, sarebbe stata colpita improvvisamente da un malore. Stava percorrendo la via Carso in direzione di Bottanuco, quando all'improvviso, all'altezza di via Garibaldi, ancora sul territorio di madone, è uscita fuori strada andando a urtare il muretto di recinzione di uno stabile.

Automobilisti di passaggio che hanno visto l'incidente si sono fermati per soccorrerla e subito hanno chiamato il 118. Terminata la fase di rianimazione da parte dei medici, la 34enne è stata caricata sull'ambulanza e trasferita direttamente agli Ospedali Riuniti.

Sul posto dell'incidente anche i vigili del fuoco volontari dell'Isola, che hanno messo in sicurezza l'autovettura, mentre i rilievi sono stati effettuati da una pattuglia di agenti della polizia locale del Consorzio Isola bergamasca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA