Sabato 24 Aprile 2010

Finanza, «Arte per l'Accademia»
Ecco i vincitori delle 5 sezioni

Sabato 24 aprile ha avuto luogo, presso l'Accademia della Guardia di Finanza, in via dello Statuto, a Bergamo, la cerimonia di premiazione della quarta edizione della manifestazione “L'Arte per l'Accademia, l'Accademia per l'Arte”. L'iniziativa, alla sua quarta edizione, vede il patrocinio del Comune di Bergamo e nasce dalla collaborazione fra l'Istituto di formazione del Corpo e l'Accademia Carrara.

Il tema della manifestazione artistica di quest'anno è stato “Identità e dialogo interculturale: conoscere se stessi per apprezzare gli altri” ed ha visto la partecipazione di importanti nomi della pittura contemporanea, bergamasca e non, tra cui Trento Longaretti, Maurizio Bonfanti, Mario Cornali, Serenella Oprandi, Carlo Previtali e Luigimaurizio Assolari. Le opere, 140 di cui 130 in concorso, suddivise in cinque diverse sezioni, esposte presso i locali dell'Accademia della Guardia di Finanza, sono state valutate da una giuria mista composta da Ufficiali dell'Accademia della Guardia di Finanza e docenti dell'Accademia di Belle Arti.

Per la 1ª sezione riservata agli artisti professionisti il premio è stato assegnato a Luigi Dragoni con l'opera intitolata “La piazza multietnica”. Per la 2ª sezione riservata agli allievi dell'Accademia Carrara di Belle Arti il premio è stato assegnato a Matteo Caglioni del 2° anno con l'opera intitolata “Identità e Dialogo”. Per la 3ª sezione riservata agli studenti dei Licei artistici e delle Scuole d'Arte della Provincia di Bergamo il premio è stato assegnato a Andrea Pulcini della classe 4ª F del Liceo Artistico di Bergamo con l'opera intitolata “Le radici ca tieni”.

Per la 4ª sezione riservata ai militari della Guardia di Finanza, ai frequentatori dei Corsi di Accademia ed ai loro parenti, il premio è stato assegnato a Luigi Magliulo del 1° anno di Accademia, con l'opera intitolata “Mediterranea”. Per la 5ª sezione riservata alle persone diversamente abili, il premio è stato assegnato agli Utenti Servizio Formazione all'Autonomia del Comune di Dalmine con l'opera intitolata “Specchio specchio delle mie brame, chi è il più integro del reame ?”.

Agli artisti vincitori delle sezioni 1ª, 2ª,3ª e 5ª è stato assegnato un premio in denaro, sotto forma di borsa di studio per gli allievi dell'Accademia Carrara, per gli studenti dei Licei artistici e delle Scuole d'Arte della Provincia di Bergamo e per i giovani con disabilità selezionati dalla In-Oltre Onlus, offerto dalla BCC Cassa Rurale di Treviglio. All'artista vincitore della 4ª sezione è stata consegnata una targa in argento. A tutti i vincitori, inoltre, è stato rilasciato un attestato di merito.

«Grazie agli organizzatori del concorso “L'Arte perl'Accademia, l'Accademia per l'Arte” per aver aperto l'iniziativa alle persone diversamente abili. In questo modo è stato raggiunto il duplice obiettivo di aver offerto a tanti ragazzi del nostro territorio un'importante opportunità di integrazione e di espressione»: con queste parole il presidente dell'associazione In-Oltre onlus, Sergio Mazzoleni, nel corso dell'affollata cerimonia di premiazione.

L'opera “Specchio specchio delle mie brame, chi è il più integro del reame?” - ha spiegato Mazzoleni - è nata dalle riflessioni sui concetti d'identità e dialogo interculturale, da parte di Chiara, Marco, Silvia e Vasco che hanno cercato di capire quali elementi avevano in comune, per poi generalizzarli alle altre persone.

Dopo aver deciso che la figura umana e il territorio naturale li accomunano e che lo “specchio” rappresenta il luogo di interculturalità, ognuno di loro si è guardato allo specchio e ha raccontato agli altri che cosa vede riflesso. L'opera oltre a riflettere la loro immagine, rimanda anche alle loro paure, ai loro limiti rispecchiando anche la comune "non integrità"».

k.manenti

© riproduzione riservata