Giovedì 01 Luglio 2010

«Il parcheggio è un campo nomadi
Per sicurezza non lo usiamo più»

«Gentile redazione de "L'Eco di Bergamo", volevo segnalare un episodio sgradevole che si verifica ormai da tempo a Bergamo. All'altezza di via Daste e Spalenga, incrocio con via Borgo Palazzo, c'è un comodo parcheggio, che servirebbe per evitare di entrare in Bergamo con la macchina, ma che di fatto non utilizzato per tale scopo perché purtroppo è diventato un campo nomadi».

«I residenti delle case vicine, ma anche chi utilizza il parcheggio e anche il vicino prato pubblico per trascorrere il tempo con i bambini e per far uscire gli animali domestici, preferisce evitare di andarci per paura e per evitare problemi di vario genere e comunque per la propria sicurezza e soprattutto per quella dei bambini».

«Ci sono mediamente 4-5 camper di rom e macchine ad utilizzo letto che risiedono in via continuativa nel parcheggio. Nel condominio, dove abito abbiamo fatto una denuncia collettiva alla questura di Bergamo per segnalare questo campo abusivo. Nonostante la denuncia, non è successo niente!»

«Gli episodi sgradevoli sono: sacchi di immondizia gettati sul prato, prato utilizzato per i loro bisogni naturali e per discarica di oggetti, stenditure di abiti-coperte-tovaglie direttamente sulla recinzione del giardino pubblico, automezzi pesanti con mini-gru usati per scaricare oggetti (anche di notte), musica alta e schiamazzi anche di sera, addirittura galline uccise al momento per essere cucinate».

«Tutto ciò accade a Bergamo, a 1 km dal dentro della città. Confido in voi, nella speranza di fare eco con L'Eco di Bergamo. Grazie ancora».

m.sanfilippo

© riproduzione riservata