Mercoledì 06 Ottobre 2010

Umanistica: l'ateneo di Bergamo
formerà gli «accademici globali»

Gli EMJD (Erasmus Mundus Joint Doctorate) sono dottorati congiunti internazionali finanziati dall'Unione Europea che si rivolgono a laureati di secondo livello sia europei che extra-europei. E proprio all'Università degli studi di Bergamo è stata assegnata la coordinazione dell'unico EMJD a carattere umanistico sui tredici premiati in tutta Europa nel 2009, l'anno in cui il programma è stato lanciato per la prima volta. L'iniziativa è stata presentata mercoledì mattina nelle sede di via Salvecchio.

Il consorzio internazionale di cui l'Università degli studi di Bergamo è capofila si compone di 16 istituzioni (di cui otto extraeuropee), tra università e centri di ricerca d'eccellenza. Il tema formulato dall'équipe delle sedi partner riunitesi a Bergamo durante la fase progettuale è «Cultural Studies in Literary Interzones».

Ogni anno sono selezionabili 20 dottorandi, 10 con borsa (6 extra UE + 4 UE) e 10 senza borsa.

La finalità del Dottorato Congiunto CULTURAL STUDIES IN LITERARY INTERZONES è formare i migliori dottorandi in preparazione a un ruolo professionale in chiave sia di «accademici globali», vale a dire di punti di riferimento per le università più prestigiose nella prospettiva interdisciplinare delle letterature, della cultura visuale e dell'antropologia, sia di consulenti d'eccellenza nell'ambito di un business privato che presti la dovuta attenzione ai fenomeni culturali su scala globale.

Le lingue d'insegnamento sono il francese e l'inglese. Oltre a queste due lingue ai candidati è richiesta la conoscenza di almeno un'altra lingua europea. La mobilità degli studenti nei 6 semestri consecutivi del programma includerà 3 o 4 diverse Università. Gli studenti frequenteranno perciò nel corso del programma almeno una istituzione non europea.

1) Tutti gli studenti frequenteranno il 1° semestre all'Università di Bergamo.

2) Sceglieranno poi due istituzioni conferenti il titolo fra i cinque partner del programma, – Università Eberhard Karl di Tübingen (Germania), Università di Bergamo, Università di Perpignan (Francia), e una a scelta fra l'Universidade Federal Fluminense (Rio, Brasile) e la Jawarhal Neru University (Nuova Delhi, India), presso le quali trascorreranno due semestri consecutivi, il 3° e il 4°, e il 5° e il 6°.

3) A seconda del profilo di ricerca, il 4° semestre sarà trascorso presso un'altra istituzione partner, che potrà essere sia una terza o quarta fra le Università partner, sia una delle Università associate: Aix-Marseille 1 (Francia), Barcellona (Spagna), Brown University (Stati Uniti), Buenos Aires (Argentina), Cracovia (Polonia), Paris Sorbonne Nouvelle 3 (Francia), Paris 10 (Francia), Sydney (Australia), San Pietroburgo (Russia) o Zurigo (Svizzera). 

I semestre di ogni ciclo dottorale: L'Università di Bergamo è sede dove tutti i dottorandi saranno tenuti a frequentare il loro primo semestre del loro primo anno di studio (ottobre/dicembre). Presso l'Università di Bergamo avranno luogo 14 incontri, 8 svolti dai docenti della “Scuola di Dottorato in Culture Umanistiche e Visive” e 6 dai partners. La “Scuola di Dottorato in Culture Umanistiche e Visive” si è impegnata a coprire le seguenti aree: Cultural Anthropology Postcolonialism Transculturalism Border Studies Memory studies Visual Culture Cultural studies Intercultural and Media Studies

CREDITI: Su 180 crediti ECTS, 120 crediti saranno dedicati alla tesi di Dottorato, mentre altri 60 saranno acquisiti attraverso una selezione di attività multi-task mirate al perfezionamento in termini di spendibilità dei futuri ‘accademici globali'.

TITOLO: I dottorandi promossi riceveranno un titolo in cotutela di Dottorato pienamente riconosciuto dalle due istituzioni principali, e certificati integrativi attestanti i risultati conseguiti nella 3° / 4° scuola/e dottorale/i.

Borsa: ogni dottorando, sia extraUE che UE, percepisce 2.800 euro lordi mensili, ovvero 2.000 euro netti mensili. Senza borsa: ogni dottorando versa 3.600 euro mensili se extraUE, e 2400 euro mensili se UE.

Durata del progetto: 2010/2017

Durata di ciascun ciclo dottorale: 36 mesi

Coordinatore e Direttore di Implementazione per l'Università di Bergamo: Prof.ssa F. Franchi

Coordinatore generale del consorzio: Prof. D. Girard

Segreteria del consorzio: Dott.ssa Stefania Consonni

Sito web dedicato
: http://www.mundusphd-interzones.eu/

Contatto email dedicato: interzones.phd@unibg.it

Consorzio: 5 PARTNER (3 UE + 2 ETRA UE) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO (ITALIA) UNIVERSIDADE FEDERAL FLUMINENSE (Brasile) JAWAHARLAL NERU UNIVERSITY (India) UNIVERSITÀ DI PERPIGNAN Via Domitia (Francia) UNIVERSITÀ EBERHARD KARLS DI TUBINGA (Germania) 11 Membri Associati (5 UE + 6 ETRA UE) UNIVERSITÀ DI BARCELLONA (Spagna) BROWN UNIVERSITY (USA) UNIVERSITÀ DI ENTRE RÍOS (Argentina) JAGIELLONIAN UNIVERSITY (Polonia) UNIVERSITÀ IBEROAMERICANA (Messico) UNIVERSITÉ PARIS 3 SORBONNE NOUVELLE (Francia) UNIVERSITÉ PARIS OUEST-NANTERRE-LA DÉFENSE (Francia) UNIVERSITÉ PROVENCE AIX-MARSEILLE 1 (Francia) EUROPEAN UNIVERSITY OF ST. PETERSBURG (Russia) UNIVERSITY OF SYDNEY (Australia) UNIVERSITÀ DI ZURIGO (Svizzera)

a.ceresoli

© riproduzione riservata