Martedì 12 Ottobre 2010

Piazzatorre, si avvera un sogno
Si collegano le piste da sci

«Per Piazzatorre è un sogno inseguito da anni che, dalla stagione ormai imminente, sarà realtà». Il sindaco Michele Arioli e i dirigenti della società «Alta Quota» non usano mezze parole. Il collegamento dei comprensori sciistici di Torcola Vaga e Torcola Soliva segnerà il rilancio della stazione: con i demani sciabili unificati si salirà a 30 chilometri per 16 piste e a cinque impianti di risalita. I lavori per collegare le due aree sono iniziati nei giorni scorsi e, assicurano da Comune e società di gestione, il comprensorio unico sarà pronto da dicembre.

L'unificazione delle due aree sciabili sarà resa possibile da un tracciato (skiweg) lungo 800 metri e largo sette, dalla curva della pista Panoramica a Torcola Vaga fino a scendere alla pista del Roccolo a Torcola Soliva: la pista, esposta al sole, avrà una pendenza media del 9%. Il rientro a Torcola Vaga avverrà grazie al tracciato, esistente da anni, tra la cima del Toracchio e la pista Panoramica. «Grazie all'unificazione – dice il sindaco – triplichiamo i chilometri di pista disponibili. A Torcola Soliva abbiamo impianti di risalita praticamente nuovi, con scadenza tecnica nel 2038 (seggiovia biposto) e nel 2031 (due skilift). Un patrimonio che non potevamo lasciare inutilizzato».

E dopo l'unione dei comprensori, dal 2011 dovrebbero partire anche le operazioni immobiliari, sempre a opera di «Alta Quota»: l'ex colonia Genovese trasformata in 75% di ricettività commerciale-alberghiera e nel 25% di residenziale (105 alloggi), l'ex colonia dell'Opera bergamasca (già acquistata da «Alta Quota») trasformata in 120 alloggi, quindi 280 nuovi appartamenti a Tagliata. «Sono già in corso gli studi progettuali – confermano da "Alta Quota" – e nel 2011 inizieremo i lavori».

Per saperne di più leggi L'Eco di Bergamo del 12 ottobre

fa.tinaglia

© riproduzione riservata