Mercoledì 02 Marzo 2011

Raccolta differenziata, attenzione
Ceramica? Non va messa col vetro

La raccolta differenziata a Bergamo va bene, ma qualcuno ancora commette degli sbagli. In particolare con il vetro, al quale molti ancora mischiano pezzi di porcellana e ceramica. Bisogna fare attenzione, perché c'è il rischio di far lievitare i costi della raccolta.

Si concentra in questo appello, lanciato dal Comune, l'iniziativa per rendere ancora più efficace la raccolta differenziata dei rifiuti a Bergamo. Nella nostra città, spiega una nota, si sono raggiunti da alcuni anni lusinghieri risultati nella raccolta differenziata dei rifiuti, attestandosi sopra al 50%.

Tuttavia, dice il Comune, è necessario promuovere ulteriori passi in avanti e rilanciare l'informazione, in particolare per quanto riguarda la raccolta del vetro, che negli ultimi tempi ha manifestato alcuni problemi.

No a ceramica e porcellana nei bidoni del vetro
Si è, infatti, verificato un progressivo peggioramento della qualità del vetro raccolto, dovuto alla presenza in misura elevata di materiali come ceramica e porcellana, che pregiudicano il processo di riciclaggio perché non compatibili con il vetro stesso.

Questo fenomeno, spiegano gli esperti, abbinato alle restrizioni introdotte dal consorzio di filiera, potrebbe avere in prospettiva riflessi negativi sui costi complessivi del servizio di igiene urbana.

Il vetro costituisce circa il 10% di tutti i rifiuti raccolti annualmente e rappresenta il 20% dei rifiuti raccolti in maniera differenziata.

Parte una campagna di informazione
Ecco perché il Comune di Bergamo e Aprica hyanno deciso di avviare una campagna di comunicazione, caratterizzata dallo slogan «Bergamo fa la differenza», che si rivolge alle famiglie e alle attività commerciali che per la tipologia di attività producono grandi quantità di rifiuti in vetro.

Il messaggio della campagna descrive in maniera esplicita la necessità di evitare il conferimento, assieme a vetro e barattolame, della ceramica e dei materiali ad essa affini.

La comunicazione
L'attività di comunicazione, in partenza nei prossimi giorni, prevede l'utilizzo di numerosi strumenti, per raggiungere in maniera capillare tutta la città:
-    affissioni di grande formato
-    spot radiofonici
-    decorazione di mezzi Aprica per la raccolta dei rifiuti
-    affissione di locandine e distribuzione di pieghevoli informativi negli uffici comunali aperti al pubblico
-    informazione tramite i siti internet del Comune di Bergamo e di Aprica
-    mailing a tutte le famiglie di Bergamo
-    visite personalizzate da parte di operatori Aprica alle attività commerciali (bar, ristoranti, self service)

Dopo la campagna si verificheranno i risultati
L'avvio della campagna di comunicazione è stato preceduto da una analisi merceologica dei rifiuti che ha consentito di quantificare le impurità presenti nel vetro raccolto. Al termine della campagna è prevista una seconda analisi merceologica che consentirà di verificare nuovamente le caratteristiche dei materiali raccolti e di misurare i benefici attesi.

r.clemente

© riproduzione riservata