Mercoledì 27 Aprile 2011

Spacciava droga a minorenni
Maxicondanna per un 21enne

Un ventunenne incensurato di Nembro, A. C., è stato condannato a due anni, otto mesi e dieci giorni di reclusione dopo il patteggiamento e ha ottenuto la concessione degli arresti domiciliari: il giovane spacciava droga ai minorenni.

È l'esito del processo per direttissima di mercoledì 27 aprile. Il 21enne era stato arrestato dai carabinieri di Alzano Lombardo dopo un controllo il 15 aprile. I militari dell'Arma erano già stati allertati da una serie di segnalazioni su una sospetta attività di spaccio a minorenni a Nembro e dintorni e avevano già individuato nel 21enne il potenziale spacciatore.

Il 15 i carabinieri avevano notato due 17enni fermarsi in scooter sotto l'abitazione del 21enne in atteggiamento sospetto e uno dei due era salito a casa con A. C. I militari dell'Arma avevano bloccato il 17enne scoprendo che il minorenne aveva appena acquistato 20 grammi di marijuana pagandoli 200 euro.  

A quel punto il controllo era stato esteso all'abitazione del 21enne e il giovane aveva confessato consegnando alle forze dell'ordine 120 grammi di marijuana e 30 grammi di hashish. Era così scattato l'arresto con l'aggravante di spaccio a minori.

Il 21enne si è difeso dicendo di non sapere che gli acquirenti fossero minorenni.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata