Giovedì 28 Aprile 2011

Volatilizzati oltre 370 mila euro
Sospeso il promotore finanziario

Dopo la revoca del mandato e la conseguente denuncia da parte dell'intermediario presso il quale lavorava (Banca Mediolanum), per A. V., promotore finanziario classe '57 di Bergamo è arrivata la sospensione dell'attività (per sessanta giorni) in via cautelare da parte della Consob.

Davanti a tre propri promotori della Bergamasca coinvolti in azioni che, in contrasto con le normative, hanno volatilizzato, così almeno pare al momento, alcuni milioni di euro investiti dai risparmiatori, la banca presieduta da Ennio Doris (con Massimo Antonio Doris amministratore delegato e direttore generale) era scesa in campo, espellendoli dal proprio organico e denunciandoli all'autorità di vigilanza.

Nel caso di A. V., nel provvedimento della Consob si parla di sedici clienti coinvolti, ai quali il promotore sospeso avrebbe dichiarato di aver sottratto somme per 371.092 euro. La peggio a una signora, che ha consegnato ad A. V. circa 150 mila euro, sottoscrivendo, tra l'altro, ben nove proposte di polizze. Moduli però mai inoltrati dal promotore alla banca e che mettono quindi a serio rischio l'eventuale rimborso da parte di Banca Mediolanum.

Tutti elementi per ora presunti, ma che se confermati dalle verifiche della Commissione porterebbero alla radiazione di A.V. dall'albo. Già 23 le azioni adottate da Consob verso i promotori: dieci radiazioni, otto sospensioni cautelari, sette sospensioni sanzionatorie. Più le tre radiazioni di Bergamo.

a.ceresoli

© riproduzione riservata