Lunedì 06 Giugno 2011

Festa dei carabinieri nella sobrietà
Anziani nel mirino, salgono i furti

Una festa all'insegna della sobrietà - durata non più di 10 minuti - quella che si è celebrata nella mattinata di lunedì 6 giugno a Bergamo. L'Arma dei Carabinieri ha fatto il punto sulle operazioni dei primi 5 mesi del 2011 rispetto all'anno 2010. Inevitabile l'attenzione che è stata rivolta alle indagini relative all'omicidio di Yara Gamborasio, con «massimo impulso - spiegano dalll'Arma - nella prosecuzione delle attività».

Se, studiando i dati, negli ultimi cinque mesi nella Bergamasca si evidenzia una diminuzione delle denunce, delle estorsioni, delle truffe così come dei furti, di rilievo l'aumento degli omicidi - passati da 1 a 4 - e delle rapine, cresciute da 101 a 119. In particolare, segnalano dall'Arma, sono cresciuti i furti e le spaccate ai danni di locali che hanno slot machine e videopoker, così come crescono le truffe ai danni delle persone anziane.

Tra le linee d'azione prioritarie, da parte dei carabinieri di Bergamo, il controllo della rete viaria provinciale «la cui estensione favorisce i malviventi che sfruttano a proprio vantaggio la facilità degli spostamenti dando luogo a veri e propri fenomeni di migrazione criminale». Un'operazione, quella dei militari, volta a contrastare le rapine, le truffe e i furti in appartamento,  «specie quelli con la tecnica del "forellino" e a danno degli esercizi pubblici - continuano i carabinieri - nonchè i furti di rame».

Attenzione anche al territorio cittadino e ai fenomeni di delinquenza nei quartieri, svolgendo «servizi pianificati con le altre forze dell'ordine sulle aree del centro a maggior incidenza di residenti e/o domiciliati extracomunitari, con il pattugliamento in vari comuni del territorio».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata