Lunedì 06 Giugno 2011

Finti rolex, ma anche armi illegali
Nei guai un negoziante di Lovere

Le indagini della Guardia di Finanza di Costa Volpino si erano da giorni concentrate su un negozio di Lovere, sospettato di vendere orologi con marchi contraffatti e le prime informazioni parlavano anche di armi detenute illegalmente. Quando è scattato il blitz, le Fiamme Gialle dell'alto Sebino hanno così trovato nel negozio alcuni orologi riportanti il marchio «Rolex» ritenuti falsi, nonché un coltello a scatto laterale e quattro tirapugni illegali e vietati alla vendita.

Quando poi la perquisizione si è spostata nel deposito e nel magazzino del locale, il quadro si è fatto ancora più chiaro: i militari hanno rinvenuto, molto ben occultati, 8 pistole/revolver (di varie marche Smith & Wesson, Beretta, Scoffi, FAB, Sabatti), munizionamento vario (proiettili e cartucce), 2 baionette ed un razzo da bazooka da esercitazione.
Perquisita anche l'abitazione del titolare del negozio dove sono state ritrovate ulteriori armi: 5 fucili, altri proiettili e 1 chilogrammo di polvere da sparo per la ricarica dei fucili.

Tutte le armi erano perfettamente funzionanti: un settantatreenne di Lovere, B.M.P., è stato quindi denunciato a piede libero all'autorità giudiziaria per detenzione illegale di armi e materiale esplodente. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro. Sugli orologi sono ancora in corso accertamenti per verificarne la genuinità e la provenienza.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata