Venerdì 08 Luglio 2011

Auto sott'acqua, come uscire?
Basta un martelletto da pochi euro

Forse non tutti sanno che uscire da un'auto che finisce nell'acqua è tutt'altro che semplice. Salvarsi la vita, in alcuni casi limite, è una questione di secondi: peccato che, quando una macchina è anche solo semisommersa, le portiere non si aprano più - come dimostra la disavventura a lieto fine della signora di Stezzano - e i vetri siano tutt'altro che facili da rompere.

Forse una volta, con i vetri che si aprivano lentamente, a manovella, saremmo riusciti a farli scorrere verso il basso pian piano. Ma la maggior parte delle auto moderne ha i vetri elettrici: che, una volta finiti sott'acqua, ovviamente non funzionano più, perché la batteria va subito in corto circuito.

Eppure per salvarsi basta un piccolo accessorio che si può trovare in molti supermercati, dai benzinai, nei negozi di articoli per auto. Si tratta di un martelletto che, invece della testa piatta, ha una piccola punta. Con questo basta un piccolo colpo per mandare in frantumi il cristallo e aprirsi un varco verso la salvezza.

Il martelletto costa pochi euro, e se lo acquistate online anche meno. Provate a mettere queste parole (martello emergenza auto) in un motore di ricerca e vi appariranno decine di offerte.

La maggior parte di questi martelletti ha anche una lama, non pericolosa perché collocata all'interno del manico, che consente di tagliare le cinture di sicurezza. Sì, perché anche queste, in caso di violento impatto, possono bloccarsi e impedirvi di uscire dall'auto.

Ovviamente il martelletto va collocato in una posizione facilmente accessibile dal posto di guida: alcuni hanno anche una parte che diventa fluorescente per essere vista facilmente al buio, o sott'acqua. Se poi volete essere superprevidenti, ne potete comprare due: uno da collocare a portata di mano anche per i passeggeri che viaggiano sui sedili posteriori.

r.clemente

© riproduzione riservata