Lunedì 10 Ottobre 2011

Palafrizzoni replica ai negozianti
Dal ministero fondi per i tendoni

L'amministrazione comunale di Bergamo respinge al mittente le critiche sulla gestione delle manifestazioni promosse nel centro cittadino, in particolare lungo il Sentierone. Pur non citandola direttamente, Palazzo Frizzoni risponde non soltanto alle critiche mosse dai commercianti del centro, ma, in particolare, anche da Federconsumatori.

In un comunicato firmato dal sindaco, Franco Tentorio, dall'assessore alle Attività produttive, Enrica Foppa Pedretti e dal consigliere incaricato, Lorenzo Carminati, l'amministrazione comunale difende le scelte fatte, sottolinenando anche di aver ridotto del 45% rispetto allo scorso anno il numero delle manifestazioni promosse lungo il Sentierone; di aver deciso di non concedere nuove autorizzazioni in aggiunta a quelle degli anni precedenti e di aver favorito, con tariffe agevolate, l'utilizzo di altri luoghi della città, quali il piazzale degli Alpini, piazza della Libertà, piazza Pontida, il piazzale della Malpensata e quello dello Stadio.

Palazzo Frizzoni si pone come obiettivo quelle di rendere le manifestazioni sul Sentierone «più belle ed eleganti», tanto che «ha ottenuto un significativo contributo ministeriale grazie al quale sarà possibile acquistare, d'intesa con le associazioni di cactegoria, tendoni uniformi ed eleganti da noleggiare agli espositori».

«Abbiamo peraltro sempre ben presente - dicono Tentorio, Fppa pedretti e Carminati - l'importanza della proposta commerciale del Centro della città, la cui qualità ed elegante esposizione viene rigorosamente mantenuta nel tempo dagli stessi esercenti. Valori importanti che portano a tenere alto il profilo dell'offerta e qualificare ancor di più la bellezza e l'importanza storica del cuore di Bergamo e la capacità attrattiva dello stesso».

Ecco il testo dell'intervento di Palazzo Frizzoni.

Al termine della manifestazione «Mercatanti in Fiera», che ha visto la partecipazione di ben 130.000 persone e indici di gradimento altissimi, ma che ha anche visto la protesta di alcuni commercianti di via XX Settembre, è opportuno fare il punto della situazione.

Rendere la Città «più viva e quindi più sicura» è un impegno che questa Amministrazione si è posta e che è stato approvato dal Consiglio comunale in occasione della votazione delle linee programmatiche di mandato.

L'Assessorato alle Attività Produttive si è impegnato a seguire tutte le istanze pervenute, senza distinzioni né di aree, né di settore di attività, commercianti, ambulanti, artigiani ecc., perché tutti hanno il medesimo importante valore. Ciò però ricordando sempre i preminenti interessi dei cittadini, operando in un equilibrio a volte non facile, senza mai dimenticare che il suolo pubblico è di tutti.

Per quanto riguarda in particolare il Sentierone, luogo particolarmente ambito per manifestazioni e attività commerciali ambulanti, la Giunta è ben consapevole della necessità di un corretto equilibrio tra i vari legittimi interessi.

Per tale motivo:
- è stato ridotto, in adempimento anche a un impegno assunto con i commercianti del Centro, il numero delle manifestazioni sul Sentierone; nei primi nove mesi del 2011 sono state 16 (13 grandi e 3 piccole) contro le 29 (22 grandi e 7 piccole) dell'identico periodo dell'anno precedente; con un calo dunque del 45%;
- è stato deciso in via di massima di non concedere nuove autorizzazioni in aggiunta a quelle degli anni precedenti;
- è stata cercata e ottenuta la massima collaborazione con le Associazioni di categoria, che in molti casi sono promotrici – e quindi garanti della qualità - delle manifestazioni;
- è stato favorito, in alternativa, anche con tariffe agevolate, l'utilizzo di altri luoghi della Città, quali il Piazzale degli Alpini, Piazza della Libertà, Piazza Pontida, Piazzale della Malpensata, Piazzale dello Stadio.

Ritornando al Sentierone, l'obiettivo che si pone l'Amministrazione - oltre alle già citate limitazioni - è quello di rendere le manifestazioni più belle ed eleganti. A tal fine il Comune ha ottenuto un significativo contributo ministeriale, grazie al quale sarà possibile acquistare, d'intesa con le Associazioni di categoria, tendoni uniformi ed eleganti da noleggiare agli espositori.

In conclusione, nel ribadire la necessità di un giusto equilibrio, affermiamo la precisa volontà dell'Amministrazione di confermare le manifestazioni culturali, sportive e commerciali che rendono la Città più viva. Splendido esempio sono state le serate di «Vivi Bergamo il giovedì», dove i commercianti sono stati protagonisti, ma anche questa decima edizione di Mercatanti.

Siamo anche convinti che una maggiore presenza della gente può essere occasione di lavoro anche per i commercianti tradizionali e i bar, specie se sapranno - come molti hanno fatto – non tenere chiusi i negozi in queste domeniche e offrire proposte interessanti e innovative.

Abbiamo peraltro sempre ben presente l'importanza della proposta commerciale del Centro della città, la cui qualità ed elegante esposizione viene rigorosamente mantenuta nel tempo dagli stessi esercenti. Valori importanti che portano a tenere alto il profilo dell'offerta e qualificare ancor di più la bellezza e l'importanza storica del cuore di Bergamo e la capacità attrattiva dello stesso.

Continueremo comunque il nostro confronto con le Associazioni di categoria, con le Associazioni di Via e con gruppi di commercianti, che possono sempre proporre un confronto costruttivo.

Il Sindaco Franco Tentorio
L'Assessore alle Attività Produttive Enrica Foppa Pedretti
Il Consigliere incaricato Lorenzo Carminati

m.sanfilippo

© riproduzione riservata