Lunedì 17 Ottobre 2011

Rogo in una villetta a Chiuduno
Andati distrutti tetto e soffitta

Il malfunzionamento della canna fumaria ha mandato in fumo il tetto, distruggendo tutta la soffitta e rendendo inagibile una parte di casa. È successo a Chiuduno poco prima di mezzanotte di domenica 16 ottobre nella villetta di un giovane imprenditore di via Montebello, nella zona residenziale del paese, sulle colline.

L'uomo, un 32enne che vive da solo, stava dormendo quando è stato svegliato da alcuni rumori provenienti dalla soffitta. In pochi minuti la camera da letto si è rimpita di fumo mentre le fiamme che si sono sprigionate dalla canna fumaria hanno invaso tutto il sottotetto. Le travi di legno sono andate completamente distrutte, così come ditrutto tutto il tetto le cui macerie sono cadute nella soffitta.

L'impresario ha subito abbandonato la casa, invasa del fumo, e ha chiamato i vigili del fuoco: le squadre di Bergamo hanno lavorato fino alle 4 del mattino. Si stimano danni ingenti e per il momento una parte di casa è inagibile.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata