Martedì 17 Gennaio 2012

Si è costituito Massimo Ponzoni
Formigoni: nulla da rimproverarci

Massimo Ponzoni, destinatario di una delle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse lunedì dal gip di Monza, si è costituito martedì 17 gennaio alla Guardia di Finanza. Il politico, sempre martedì, si è dimesso dalla carica di segretario della presidenza del Consiglio regionale. A renderlo noto i suoi legali. Proprio nella mattinata sull'argomento era intervenuto anche il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni: «Mi auguro che il consigliere Ponzoni si costituisca e si dimetta - aveva detto -. La Giunta di Regione Lombardia non ha comunque nulla da rimproverarsi: siamo di fronte a comportamenti personali, di cui rispondono le persone come in un regime democratico succede» ha specificato poi Formigoni.

Sulla ipotesi di una fuga di Ponzoni sono poi arrivate le note dei difensori dell'ex assessore, gli avvocati Luca Ricci e Sergio Spagnolo: «Non appena appreso dell'emissione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa a suo carico dalla Procura della Repubblica è immediatamente rientrato a Monza, mettendosi a totale disposizione della magistratura inquirente, desiderando chiarire fino in fondo la sua posizione».

I due legali nel comunicato stampa hanno voluto ricordare che l'ex assessore regionale «sia nel corso del 2010 che nel corso del 2011 si è presentato spontaneamente ai magistrati di Monza, chiarendo la sua posizione in relazione a pregresse contestazioni, e mettendo a disposizione, in modo del tutto trasparente, la sua completa situazione patrimoniale e finanziaria». La difesa inoltre ritiene che «ora, come allora, il signor Ponzoni è certo di poter dimostrare l'infondatezza delle pure complesse contestazioni mosse a suo carico». Ponzoni è accusato tra l'altro di corruzione, concussione, bancarotta fraudolenta.

In seguito ai nuovi sviluppi della vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto, Massimo Ponzoni (Pdl) ha presentato martedìmattina le dimissioni dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale dove ricopriva il ruolo di Consigliere Segretario. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio regionale Davide Boni (Lega Nord). "Ci è arrivata la comunicazione formale - spiega Davide Boni- e ringrazio Ponzoni per le dimissioni perchè l'Ufficio di Presidenza può così ricostituirsi e ricominciare a lavorare a pieno regime. Mi auguro che la magistratura faccia il suo lavoro e che Ponzoni possa dimostrare la sua estraneità ai fatti". La nomina del nuovo Consigliere Segretario sarà all'ordine del giorno della prossima seduta di Consiglio regionale: questa mattina l'Assemblea lombarda aveva nel frattempo eletto Vice Presidente Carlo Saffioti (PdL) al posto del dimissionario Franco Nicoli Cristiani.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata