Lunedì 30 Gennaio 2012

Treviglio deve pareggiare i conti:
su del 62% l'addizionale Irpef

Più tasse a carico dei cittadini, ma anche più attenzione ai servizi sociali. Questi i due aspetti principali del bilancio di previsione 2012, il primo della Giunta Pezzoni, che sarà presentato lunedì a Treviglio nel corso della seduta consiliare replicata anche martedì.

Non saranno di certo contenti i trevigliesi ai quali verrà aumentata l'addizionale Irpef dello 0,25%, che passerà così dal precedente 0,40% all'annunciato 0,65% (con un aumento secco del 62,5%), restando comunque sotto la soglia massima fissata allo 0,8%.

La neonata Imu, che rappresenta la novità fiscale riguardante gli enti locali e sostituisce l'Ici, resterà allo 0,4% per la prima casa, ma viene ritoccata l'imposta per la seconda e gli altri immobili: il bilancio di previsione 2012 del Comune di Treviglio contempla infatti un aumento dello 0,10%, quindi si passa da 0,76% a 0,86%.

Una scelta, quella dei due aumenti, dettata della necessità di far fronte alla diminuzione dei trasferimenti statali: se nel 2011 lo Stato aveva passato 652 mila in meno, per l'anno in corso le casse comunali dovranno piangere la mancanza di ulteriori 935 mila.

Tutto su L'Eco di Bergamo del 30 gennaio

r.clemente

© riproduzione riservata