Giovedì 07 Giugno 2012

Da Songavazzo un'idea anti-crisi:
il Comune ora affitta i piccoli orti

Le buone idee non hanno confini. Ecco allora che dal Comune di Songavazzo ne arriva una che potrebbe essere copiata da tante altre amministrazioni locali: per l'abbordabile somma di 20 euro l'anno Songavazzo affitta spazi per realizzare il proprio orto.

Il Comune recupera qualche soldo per le casse sempre più vuote, il cittadino ha un'arma in più per sconfiggere non solo la crisi, ma anche l'inquinamento, producendo a chilometri zero. Con il vantaggio, magari anche, di aggiungere un po' di decoro in aree che altrimenti resterebbero probabilmente incolte.

Songavazzo ha individuato alcune particelle di terreno, sei in tutto, da adibire principalmente alla coltivazione di prodotti orticoli (in località “cimitero”) e ha imposto una serie di regole, per evitare abusi: non sarà, per esempio, consentito allevare animali; recinzioni o manufatti dovranno essere scelti esclusivamente tra i prodotti contenuti nel catalogo del Consorzio Forestale Presolana, sui quali verrà applicato uno sconto del 20%; non sarà consentito utilizzare l'area per altri scopi diversi dalla coltivazione (parcheggio mezzi, deposito materiale ecc… ecc…); il conduttore sarà tenuto a curare tutto il fronte e la parte laterale dell'orto; non si potranno coltivare specie frutticole di grossa dimensione, o qualsiasi cosa possa danneggiare l'orto vicino.

Stabilite le regole - tutte visibili nell'allegato - il gioco è fatto. Se l'idea vi piace, fatela girare: e magari lasciateci un vostro commento.

r.clemente

© riproduzione riservata