Venerdì 08 Giugno 2012

Altro che vernice antismog:
«In galleria si soffoca ancora»

All'inizio era di un candido bianco, ora è di un preoccupante grigio con macchie nere. Le pareti della galleria Conca d'Oro a Bergamo secondo Federconsumatori testimoniano di quanti fumi respirino soprattutto pedoni e ciclisti. Nonostante la vernice antismog.

«Federconsumatori - si legge in un comunicato - ha da tempo sollecitato l'amministrazione comunale a pubblicizzare  i dati relativi ai costi sostenuti per la ristrutturazione della Galleria Conca D'Oro. E i dati riguardanti i benefici ottenuti con l'uso di materiali atti a ridurre l'inquinamento atmosferico: dal pavimento che dovrebbe assorbire il Pm10, alle lampade magiche che dovrebbero completare l'opera».

«Sinora - aggiunge l'associazione - non c'è stata risposta alcuna. Alcuni cittadini che utilizzano la galleria in questione (pedoni e ciclisti), ci hanno descritto i segni evidenti di come gli inquinanti continuino a essere presenti in dosi massicce. In particolare si lamentano  i pedoni,  costretti a camminare  coprendosi la bocca con il fazzoletto a causa del forte odore di smog».

«Siamo andati a vedere se, per caso, le segnalazioni fossero “esagerate”. E le foto dimostrano la situazione in cui versano le pareti della galleria e lasciano intuire cosa entri nei polmoni di chi  percorre i 260 metri di tunnel nelle ore di punta».

«In questi giorni - conclude Federconsumatori - è stata presentata l'iniziativa pubblica  finalizzata a rendere i cittadini “responsabili” nei confronti dell'ambiente (aria, acqua, rifiuti, ecc…). Federconsumatori chiede agli amministratori di dare il buon esempio, cominciando a fare eseguire e rendere note le misurazioni ambientali riferite all'aria che si respira nella galleria Conca D'Oro, e, nell'occasione, comunicare se il progetto realizzato con notevole impiego di denaro pubblico (quanto?) ha raggiunto gli obiettivi prefissati».

r.clemente

© riproduzione riservata