Martedì 01 Gennaio 2013

Capodanno soft a Bergamo
2.500 in piazza: zero incidenti

È stato un Capodanno soft a Bergamo, senza una raffica di fuochi d'artificio, con circa 2 mila persone in piazza Matteotti e 500 in Città Alta. Fortunatamente non ci sono stati feriti seri per i botti (soltanto dieci feriti lievi) e gravi incidenti stradali, e nemmeno episodi di violenza. Soltanto qualche ubriaco.

Bilancio dunque positivo sul piano della sicurezza. L'impressione è i bergamaschi per dare l'addio al 2012 e abbracciare il 2013, che si spera possa essere più felice per le tante persone che sono rimaste senza lavoro per la crisi economica, abbiano preferito un brindisi nel tepore di casa.

Come curiosità si può dire che è stata una festa multietnica per la presenza di numerosi stranieri, sia residenti nella nostra provincia, sia perché a Bergamo in vacanza. Tanti i nordeuropei, c'è stata anche una portoghese che ha domandato un nuovo conto alla rovescia all'una perché il Portogallo è un'ora indietro rispetto all'Italia.

A Bergamo la festa si è sdoppiata in due piazze. In piazza Matteotti c'è stata la festa dedicata ai bambini con Oreste Castagna come protagonista, mentre dalle 22 c'è stato spazio per la musica con dj Pandini, l'animazione di Ajmon e lo show di «Ol Vava». A piazza Vecchia in Città Alta atmosfera più intima con Michele Sangalli e il dj Marco Raineri.

A Sarnico per salutare l'anno nuovo in circa 2 mila si sono radunati in piazza XX Settembre e piazza Besenzoni dove si è ballato fino alle 2 di notte sulla musica dei dj di Radio Number One.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata