Sabato 19 Gennaio 2013

«Noi rigenerazione, gli altri ipocrisia»
Ambrosoli va subito all'attacco

«In Lombardia noi abbiamo gettato i presupposti per la rigenerazione, lo vedete anche dalle liste». Così il candidato presidente del centrosinistra Ambrosoli ha parlato del suo progetto per il Pirellone con a fianco il segretario Pd Pier Luigi Bersani attaccando il centrodestra.

L'avvocato è partito dicendo che «dall'altra parte hanno difficoltà a dire chi indicano come presidente del consiglio, perchè non l'hanno fatto scegliere?». Ambrosoli ha rivendicato la solidità dei suoi obiettivi «rispetto agli slogan che arrivano dalle altre parti», «l'ipocrisia di chi fa finta di non avere avuto responsabilità in un governo incapace di non rispondere ai cittadini che chiedo equità e opportunità».

«Siamo pronti per vincere» gli ha fatto eco il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, sintetizzando così l'obiettivo per le regionali in Lombardia. Bersani ha rivendicato che il centrosinistra è arrivato «ad essere competitivo con la destra persino dove in lunghi anni ha avuto distanze siderali come in Lombardia. Ce la possiamo fare, conosciamo la faccia tosta degli altri».

E la faccia tosta di cui parla il segretario è quella di «proposte come trattenere il 75% delle tasse in regione fatta da chi ha governato l'Italia e per 20 anni la Lombardia», chi ha portato «l'Italia sull'orlo del baratro e la più grande regione d'Italia alla paralisi e al discredito». «Noi - ha aggiunto - dobbiamo dare l'idea che guardiamo avanti, che siamo in condizione di mettere l'Italia in Europa e la lombardia deve essere la porta per l'Europa».

e.roncalli

© riproduzione riservata