Venerdì 22 Marzo 2013

C. Calepio, imprenditore scomparso
Ritrovata l'auto, di lui nessuna traccia

La sua auto è stata trovata lungo l'autostrada A4, sul ponte che attraversa il fiume Oglio nel territorio di Castelli Calepio, ma di lui non ci sono tracce. Battista Lapis, 57 anni, di Cavernago, imprenditore edile, si è allontanato da casa mercoledì sera e ieri mattina è partita una vasta battuta di ricerche che coinvolge forze dell'ordine, vigili del fuoco e Protezione civile.

L'auto, una Porsche Cayenne, è stata trovata aperta e il ponte è tristemente noto perché in passato è stato teatro di gesti tragici, ma nel caso del cinquantasettenne di Cavernago non c'è nessun testimone in grado di dimostrare che sia avvenuto davvero il peggio e anche le telecamere dell'autostrada non avrebbero registrato nulla che possa confermarlo.

A quest'ipotesi non sembra credere nemmeno la famiglia: «Sono certo che mio padre non possa aver compiuto un gesto tragico – spiega il figlio, Roberto Lapis – forse ha avuto un momento di sconforto o di confusione che lo ha portato a fuggire chissà dove, magari salendo su un'altra auto, preferisco pensare a questa ipotesi». Il figlio chiede anche la collaborazione di eventuali testimoni che possano fornire un aiuto alle ricerche.

Le ricerche di Battista Lapis sono iniziate ieri mattina verso le 9, dopo l'allarme lanciato da una pattuglia della polizia stradale di Seriate, che svolge servizio nel tratto di autostrada tra Brescia e la barriera di Milano Est: gli agenti, notando la vettura abbandonata vicino al ponte e aperta, hanno subito allertato tutti gli enti di soccorso disponibili.

Le acque dell'Oglio, anche con l'aiuto di sommozzatori, sono state scandagliate a lungo, ma non è stato trovato nulla.

e.roncalli

© riproduzione riservata