Lunedì 27 Maggio 2013

Amministrative, tutti i sindaci
Ha votato il 64 per cento, -14%

Quello che balza all'occhio delle elezioni amministrative, per le quali si è votato domenica 26 e lunedì 27 maggio, è l'astensionismo. Gli elettori hanno disertato il voto. Una situazione che accomuna la Bergamasca al resto d'Italia

Il dato orobico segnava già domenica sera un -14,77% rispetto al precedente di cinque anni fa, un dato di poco migliore di quello nazionale (meno 15,34%).

In questa tornata elettorale ha votato il 64,80% contro il 78.91% dell'ultima chiamata alle urne.

A Villa d'Ogna l'affluenza più alta con l'80.03%, seguita da Aviatico con il 76.68%, Piazzolo (75%), Pianico (74.09%), Serina (69.67%), Cenate (66.94%), Paladina (63.26%), Capriate (61.10%), Villa d'Adda (60.77%) e Mapello (60.65%). A Casnigo, infine, ha votato il 68.36% contro l'85,54% mentre a Calolzio, in provincia di Lecco, ha votato il 62.23% contro l'83.25%.

Il dato nazionale di affluenza si attesta sul 67.31%, contro il 79.17% di cinque anni fa. In Lombardia ha votato il 18% in meno: 63.79% contro l'81.94% delle precedenti elezioni.

Ecco i sindaci eletti nella Bergamasca (foto)
Casnigo - Giacomo Aiazzi
Mapello - Michelangelo Locatelli
Piazzolo - Laura Arizzi
Villa d'Ogna - Angela Bellini
Villa d'Adda - Gianfranco Biffi
Paladina - Tommaso Simone Ruggeri
Pianico - Clara Sigorini
Aviatico - Michele Villarboito
Cenate Sopra - Carlo Foglia
Serina - Giovanni Fattori
Capriate S. G - Valeria Radaelli
Calolziocorte - Cesare Valsecchi


Non si vota più: perché? Commenta

Erano circa 25 mila i bergamaschi chiamati al voto, in 11 Comuni più il lecchese Calolziocorte. Si va dai quasi 8 mila di Capriate agli 84 di Piazzolo, dove sono quasi più i candidati (in corsa quattro liste con quasi una trentina di aspiranti consiglieri) degli elettori.

Nell'Isola tre i Comuni al rinnovo sono: Capriate San Gervasio, Mapello e Villa d'Adda; altrettanti in Valle Seriana, con Aviatico, Casnigo e Villa d'Ogna; seguono la zona dei laghi con Cenate Sopra e Pianico; la Valle Brembana con Piazzolo e Serina e l'hinterland dove la chiamata è per Paladina.

Si tratta di mandati a scadenza naturale, tranne Capriate e Cenate Sopra, che escono da un commissariamento. Trentadue gli aspiranti sindaci, tra rinnovamento e continuità. Mentre sei gli uscenti che non si sono potuti ripresentare per il vincolo dei due mandati.

Non si vota più: perché? Commenta

Leggi di più su L'Eco in edicola martedì 28 maggio

r.clemente

© riproduzione riservata