Mercoledì 29 Maggio 2013

Gli aerei e lo stress da rumore
Un'indagine Asl su 400 persone

Un controllo alla pressione per testare lo stress da aerei. O meglio lo stress da decibel alle stelle prodotti dai velivoli che passano sopra le case di chi vive nei paraggi di Orio. Uno studio dell'Asl avvierà accertamenti su circa 400 persone.

Sotto la lente l'impatto delle emissioni sonore delle flotte aeree sull'ipertensione arteriosa. Secondo diversi studi medici una prolungata esposizione ai rumori dei voli ha effetti dannosi sulla salute: aumento della pressione, insofferenza al rumore e disturbo del sonno.

Sono sette i Comuni bergamaschi coinvolti in questa indagine sull'inquinamento acustico: Bergamo (Colognola e Campagnola), Azzano San Paolo, Bagnatica, Seriate, Orio al Serio, Grassobbio e Brusaporto, per un totale di quasi 170.000 residenti.

L'indagine è solo un tassello dello «Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti in vicinanza dell'aeroporto» commissionato dalla Sacbo, la società di gestione di Orio, all'Asl che ci sta lavorando in accordo con l'Università di Milano (Dipartimento di scienze cliniche e di comunità).

A giorni arriverà una lettera di presentazione dell'indagine a un migliaio di residenti che rientrano in una delle tre fasce isofoniche, ovvero in una delle tre zone che sono individuate in base alla valutazione della rumorosità ambientale.

Leggi tutto su L'Eco di Bergamo del 29 maggio

r.clemente

© riproduzione riservata