Venerdì 29 Novembre 2013

Accademia Guardia di Finanza

Inaugurato l’anno accademico

L'inaugurazione dell'anno accademico della Guardia di Finanza

Il 29 novembre, nell’Aula Magna dell’Accademia, alla presenza del Gen.C.A. Vito Bardi, Comandante in Seconda, nonché Ispettore per gli Istituti di Istruzione della Guardia di Finanza e del Comandante dell’Accademia, Gen.D. Giuseppe Zafarana, si è svolta la cerimonia di apertura dell’anno accademico 2013/2014.

Erano presenti i parlamentari Antonio Misiani, Alberto Bombassei, Marco Pagnoncelli, Elena Carnevali, Pia Locatelli Zaninoni, il Comandante Interregionale della Guardia di Finanza, Gen.C.A. Vincenzo Delle Femmine, il Sindaco di Bergamo, Dott. Franco Tentorio, il presidente del Consiglio Provinciale, Dott. Roberto Magri, il Presidente Vicario della Corte d’Appello di Brescia, Dott. Paolo Maria Galizzi, l’Assessore all’Ambiente ed Energia della Regione Lombardia in rappresentanza del Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il Prefetto Vicario di Bergamo Dott. Alfredo Nappi, il Presidente del Tribunale di Bergamo, Dott. Ezio Siniscalchi, il Procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Bergamo, Dott. Francesco Dettori ed altre Autorità civili, militari e religiose locali e regionali.

Il Comandante dell’Accademia, Gen.D. Giuseppe Zafarana, ha illustrato il progetto formativo sviluppato dall’Accademia, incentrato sui cinque anni di corso, che si sostanzia nel fornire una qualificata preparazione agli allievi Ufficiali nelle materie giuridiche, economiche e aziendalistiche. Alla fine del percorso formativo, gli Ufficiali raggiungono i Reparti operativi, dislocati su tutto il territorio nazionale, assumendo ruoli dalle complesse responsabilità relative al comando e alla direzione di altri uomini, divenendo investigatori in grado di analizzare e penetrare in profondità fenomeni e dinamiche illecite.

Il raggiungimento di queste finalità non può prescindere da un crescita dell’evoluzione e della

maturazione già da giovani allievi, sul piano caratteriale e della personalità e nell’ottica di farne

«leader autorevoli» in possesso di un sistema di valori imperniato sul senso del dovere, sullo

spirito di sacrificio, sulla lealtà e sull’onestà. Tutte qualità che rappresentano e devono

rappresentare il Dna di un Comandante.

Ha fatto seguito un indirizzo di saluto del Prof. Stefano Paleari, Rettore dell’Università degli

Studi di Bergamo e la prolusione inaugurale tenuta dal Prof. Sergio Romano, già Ambasciatore

nell’ex Unione Sovietica dal 1985 al 1989 e docente in alcune università, fra cui Harvard,

Bocconi, Pavia ed editorialista del Corriere della Sera, sul tema: «L’Europa in fondo al

tunnel?».

In particolare, il prof. Sergio Romano ha incentrato il proprio intervento sulla necessità di

mutare l’indirizzo della politica italiana verso un atteggiamento di maggior affinità con i gruppi

parlamentari di Strasburgo, consentendo di affrontare, in questo modo, le difficoltà economiche emerse e risaltate dalla attuale crisi internazionale. Durante la cerimonia sono stati, altresì, consegnati gli attestati di benemerenza ai Rettori pro tempore dell’Università di Bergamo e Milano Bicocca.

La cerimonia è proseguita con la premiazione dei vincitori della 5ª edizione del «Premio

UniverstAccademia», un concorso promosso dall’Accademia, in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo e di Milano Bicocca e con il sostegno finanziario del Credito Bergamasco, riservato alle migliori tesi di laurea triennale fra gli Ufficiali Allievi del Corpo e gli studenti delle Facoltà di Giurisprudenza e di Economia dei due Atenei Lombardi.

Successivamente, sono stati premiati gli Allievi Ufficiali che si sono classificati al primo posto

nella graduatoria finale dei rispettivi corsi di formazione e che hanno conseguito i migliori

profitti nello studio. La cerimonia si è conclusa con il discorso del Comandante in Seconda nonché Ispettore per gli Istituti di Istruzione della Guardia di Finanza, Gen.C.A. Vito Bardi, il quale ha ringraziato le

Autorità civili e militari intervenute e ha rivolto un particolare pensiero di grata considerazione

ai Rettori delle Università di Bergamo, di Milano-Bicocca e di Roma Tor Vergata ed al corpo

insegnanti, civili e militari.

Al termine del suo indirizzo di saluto il Comandante in Seconda ha dichiarato ufficialmente

aperto l’Anno Accademico 2013/2014 dell’Accademia della Guardia di Finanza.

© riproduzione riservata