Giovedì 03 Aprile 2014

Aeroporto e Piano antirumore

Il Consiglio di Stato boccia Enac

Aerei in fase di decollo sopra le case di Colognola

Il tabellino segna 2-0 per i Comitati che si battono contro lo sviluppo senza regole dell’aeroporto di Orio al Serio: la quarta sezione del Consiglio di stato ha respinto ieri l’istanza cautelare di Enac (Ente nazionale aviazione civile) che chiedeva la sospensione della sentenza del Tar di Brescia del luglio scorso. Quella che ha di fatto annullato il Piano di zonizzazione acustica dell’aeroporto di Orio al Serio.

Nelle scorse settimane c’erano state molte polemiche per la decisione di Enac di fare ricorso al Consiglio di Stato, soprattutto da parte di alcuni Comuni dell’hinterland, che hanno sempre considerato la sentenza del Tar sul piano antirumore come un caposaldo da dove ripartire con nuove regole e rapporti tra lo scalo e il territorio.

Ma l’Enac non poteva non difendere un provvedimento al quale ha partecipato in modo importante è ha così chiesto la sospensiva della sentenza del Tar, che il Consiglio di Stato ha però negato. «anche in ragione della complessità e delicatezza delle questioni dibattute, di un adeguato e sollecito approfondimento, non si ravvisa in questa sede un periculum così imperioso da imporre la sospensione della sentenza di prime cure, in particolare ove bilanciato con il carattere ambientale dell’interesse “antagonista”». Ora si attende la decisione più importante, quella nel merito del ricorso al Consiglio di Stato.

Orio al Serio

© riproduzione riservata