Sabato 17 Maggio 2014

Amaglio: Seriate taglia la Costituzione

Solo 44 articoli, ma non ne ha 139?

Una copia della Costituzione

«La Carta Costituzionale? 44 articoli, almeno per il Comune di Seriate». Il candidato sindaco Damiano Amaglio (Lista Civica Albatro) non si lascia sfuggire l’occasione di bacchettare il Comune reo di aver distribuito una Carta con 44 articoli anzichè 139.

«Lo sappiamo - scrive Amaglio - lo Stato centrale e centralista ha tagliato i trasferimenti agli Enti Locali, di conseguenza bisogna limare ogni tipo di spesa, persino carta ed inchiostro. D’accordo, sono tempi di vacche magre, ma talvolta si esagera e si combinano guai: non tutti i tagli hanno un senso e portano un reale risparmio. Tagliare le auto blu non significa segarle a metà una dopo l’altra, per abbassare gli stipendi ai politici non pare efficace tagliare con la forbice tutte le banconote».

«Allo stesso modo, e qui la faccenda si fa seria davvero, se si decide di regalare la Carta Costituzionale ai cittadini (insieme al Regolamento di Polizia Urbana) non ha senso stampare soltanto i primi 44 articoli. Volendo fermarsi anche solo alla prima parte, gli articoli sono 54, non 44! Domanda: da oggi i cittadini di Seriate non hanno più diritto di voto (art.48), non possono più associarsi liberamente (art.49) e soprattutto non pagheranno più le tasse (art.53)? O forse era l’art.54 sulla fedeltà alla Repubblica a dar fastidio?»

«Chissà, magari Seriate è diventata una città indipendente - aggiunge il candidato Amaglio -, aggirando l’iter della riforma Costituzionale. Singolare: al posto della parte sull’Ordinamento della Repubblica è stato pubblicato il Regolamento di Polizia Urbana, nuova Magna Carta della Repubblica Padana di Seriate. Perché perdere tempo in faticose sedute parlamentari? Basta attivare Piazza Alebardi ed in un clic vi trovate riformata l’architettura costituzionale dello Stato. Nemmeno Calderoli Il Semplificatore fu mai capace di tanto».

«Detto questo - è la conclusione - mi permetto una chiosa: l’errore dell’Amministrazione Comunale di Seriate non è stato quello di tagliare gli articoli dal 45 al 139, bensì di pubblicare i primi 44. Un taglio totale sarebbe stato molto meglio: avrebbe risparmiato a Seriate una figuraccia».

© riproduzione riservata