Domenica 21 Settembre 2014

Auto fuori strada, muore un uomo

Omicidio colposo per il 29enne

L’auto ribaltata a Darfo
(Foto by (foto Tele Boario))

Incidente mortale domenica mattina 21 settembre all’alba a Darfo, lungo la strada che collega Montecchio alla Sacca di Esine. Una Golf è finita fuori strada e si è ribaltata: la violenza dello schianto ha provocato la morte di un uomo, un 42enne di Darfo, mentre al posto del guidatore i soccorritori non hanno trovato nessuno.

Poco dopo un giovane di 29 anni, domiciliato a Rogno, dove saltuariamente viveva con la sua ex compagna, ma residente a Valle di Saviore e con molti precedenti penali per guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, si è presentato ai carabinieri della caserma di Esine: era sporco di sangue con ferite compatibili con un incidente stradale, ma ai militari ha raccontato di essere stato aggredito e picchiato per strada.

Gli inquirenti hanno però dubitato sulla sua versione: si stanno cercando conferme definitive sul fatto che fosse proprio lui alla guida della Golf finita fuori strada. La macchina infatti è di proprietà di un suo parente (anche se il giovane dice che gliel’avrebbero rubata) e gli orari e avvenimenti combaciano.

Intanto, dopo diverse ore di indagini, è stato identificato l’uomo morto nell’incidente: si tratta di un 42enne di Darfo. L’uomo non aveva con sé i documenti e il 29enne che si è presentato in caserma a Esine ha detto di non saperne nulla. I carabinieri avevano quindi prelevato dal cadavere le impronte digitali e intorno alle 16 c’è stato il riconoscimento della salma da parte dei familiari.

In azione sul luogo dell’incidente i vigili del fuoco di Darfo, l’automedica del 118 e gli operatori sanitari di Camunia Soccorso e della associazione Santa Maria Assunta di Pisogne. Quando si è visto che mancava all’appello il guidatore della Golf, è stato allertato anche il Soccorso alpino: le ricerche si sono interrotte al momento dell’arrivo in caserma a Esine del 29enne, ma lui continua a negare di essere coinvolto nell’incidente. I carabinieri per ora lo hanno denunciato all’autorità giudiziaria: omicidio colposo e omissione di soccorso sono i reati che i carabinieri contestano al giovane.

© riproduzione riservata