Martedì 17 Dicembre 2013

Cenate Sopra, apre la nuova scuola

Sarà intitolata a Papa Roncalli

Il 21 dicembre 2013 resterà una data da ricordare per i sanleonesi: è il giorno dell’inaugurazione della nuova scuola primaria cittadina, intitolata a Papa Roncalli a Cenate Sopra. Attesa per anni, la costruzione ora è finalmente pronta ad ospitare gli studenti della scuola primaria (le ex elementari).

E che fosse attesa lo dimostra anche il fatto che l’inaugurazione prevede un nutrito programma.

Si parte addirittura 4 giorni prima, quando sotto il titolo “Viaggi e miraggi” prenderanno il via diverse manifestazioni: dal confronto sulla “Voglia di scuola” – Ci vuole coraggio oggi a Credere nella scuola”, coordinato da don Mario della Giovanna, allo spettacolo teatrale “La valigia blu”.

Sabato 21 mattina, poi, la grande giornata dell’inaugurazione inizierà alle 9.30 e si prolungherà fino a pomeriggio con i canti del Piccolo coro di San Leone, dal titolo “La notte Santa”, presentati da Annalisa Rocchi, coordinatrice della scuola dell’infanzia “Benedetto XVI”. La serata, infine, prevede scambio di auguri e brindisi tra i cittadini e il Sindaco Carlo Foglia, i consiglieri comunali, il Parroco e gli educatori dell’oratorio, con tanto di musica dal vivo

.

La cerimonia di inaugurazione sarà preceduta dall’addio alla vecchia scuola, che ha “istruito” generazioni negli ultimi 50 anni, ossia dall’anno della sua costruzione esattamente nel 1963: i circa 200 bambini la saluteranno partendo in un “piedi-bus” lungo la via Padre Belotti per raggiungere il nuovo edificio scolastico, accompagnati dalle loro maestre.

Prima di entrare nelle aule, dopo i discorsi delle Autorità, ci sarà la benedizione dei locali impartita da don Mauro Vanoncini, parroco di Cenate Sopra. Una curiosità: sarà cementata una “capsula del tempo” ossia un cilindro in acciaio con all’interno le foto, alcuni documenti, i pensierini dei bambini, delle maestre ed anche dei cittadini.

La scuola sarà operativa al rientro dal periodo festivo, l’8 gennaio prossimo. Nel frattempo, volontari del Gruppo Alpini, dell’associazione Cacciatori e dell’associazione “Miriguarda”, fianco a fianco, faranno il trasloco di tutto il materiale didattico.

Il nuovo edificio è composto da 10 grandi aule, tutte colorate in tinte pastello, più i laboratori, e dotate di ogni attrezzatura: dalle lavagne LIM ai computer per le aule di informatica. Una dotazione notevole.

All’esterno, un grande spazio verde, che sarà piantumato, per i momenti di ricreazione e socializzazione rende l’edificio ancora più inserito nel contesto del territorio. La vicina palestra – esistente - completa il complesso scolastico.

© riproduzione riservata