Martedì 25 Marzo 2014

«Educare alla carità nelle scuole»

DonaCibo, coinvolti 35mila ragazzi

Dal 24 al 29 marzo 2014 si svolgerà nelle scuole di ogni ordine e grado di Bergamo e provincia, infanzia, elementari, medie e superiori, la VIII edizione del «DonaCibo-Settimana di educazione alla Carità nelle scuole», organizzata dalle Associazioni di volontariato «Banco di Solidarietà di Bergamo» e «Don Peppino Corno Banco di Solidarietà di Treviglio», in collaborazione con la Federazione Nazionale dei Banchi di Solidarietà.

L’iniziativa, di grande valore educativo, intende promuovere nei ragazzi una cultura del dono e della gratuità. A studenti, docenti e genitori viene proposto un gesto significativo: portare a scuola - in un punto di raccolta predisposto – generi alimentari non deperibili.

L’obiettivo di tale gesto - sfruttando la concomitanza del progetto con il ciclo scolastico - è lo sviluppo di una riflessione su problemi quali povertà e indigenza e un cambio di abitudini nei confronti dello spreco di cibo, con la proposta di soluzioni da attuare nell’immediato, anche con un impegno personale.

“Le scorse edizioni hanno visto una forte partecipazione e un buon coinvolgimento da parte degli alunni e di tutto il corpo docente e questo semplice gesto di carità è un fattore altamente educativo, che educa alla responsabilità verso se stessi, verso gli altri e verso le cose, soprattutto in questi ultimi anni in cui si stanno vivendo situazioni di povertà sempre più emergenti” – ha commentato Sara Spinelli, responsabile della raccolta Donacibo a Bergamo.

Lo scorso anno Donacibo ha consentito di raccogliere in Bergamo e provincia in totale circa 25 tonnellate di generi alimentari, distribuiti nei mesi successivi a più di 350 famiglie bisognose del territorio. All’iniziativa quest’anno hanno aderito più di 90 scuole di Bergamo e delle valli, per un totale di oltre 29 mila alunni, e più di 40 scuole della Bassa bergamasca e 6 mila studenti.

Caratteristiche distintive dell’iniziativa sono la testimonianza portata nelle classi di persone che vivono l’esperienza di educazione alla carità nella realtà dei Banchi di solidarietà e il coinvolgimento diretto degli alunni in tutti gli aspetti organizzativi e tecnici della raccolta nella scuola.

Gli studenti delle scuole superiori si occuperanno addirittura di raccogliere direttamente i soldi necessari per una maxi spesa di generi alimentari non deperibili, come olio, pelati, omogeneizzati, legumi, tonno, zucchero, latte a lunga conservazione, pasta e riso. I ragazzi si occuperanno anche di inscatolare la merce che autisti volontari ritireranno nella mattinata di sabato 29 marzo. Per chi volesse dare un aiuto ai volontari del Banco di Solidarietà per la raccolta e sistemazione del cibo, l’appuntamento è a partire dalle ore 8.00 al magazzino di Bergamo, in via Borgo Palazzo, 130.

Maggiori informazioni sul sito www.bancodisolidarietabg.it.

© riproduzione riservata