Lunedì 03 Marzo 2014

Expo 2015, Maroni al governo:

«Soldi per il treno Bergamo-Orio»

La pista di decollo dell’aeroporto di Orio al Serio

«Sono soddisfatto dell'impegno del ministro Maurizio Lupi a costituire un tavolo permanente presso la Regione Lombardia, per affrontare e risolvere le criticità e perché ha detto che i soldi arriveranno. Io garantisco la leale collaborazione della Regione, ma abbiamo bisogno di risposte certe e rapide, altrimenti non ce la facciamo». Lo ha sottolineato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, a margine del vertice su Expo, che si è tenuto lunedì 3 marzo a Milano con i ministri Lupi, Guida, Franceschini e Martina.

A chi gli ha chiesto se serve un decreto per la Lombardia, il presidente ha risposto che non sta a lui «decidere quali siano gli strumenti». «Confido - ha ribadito - che il Governo mostri nei confronti della grande Regione Lombardia la stessa generosità dimostrata al Comune di Roma». «Questa mattina ho consegnato il documento con le nostre richieste a tutti i ministri presenti - ha fatto sapere -, e in giornata lo invierò anche al presidente del Consiglio Matteo Renzi»

Queste le richieste consegnate dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni al Governo nazionale per Expo 2015.

INFRASTRUTTURE CONNESSE A EXPO - Pedemontana: approvazione al Cipe della defiscalizzazione dell'opera (480 milioni di euro); - Servizi Tpl: attivazione delle nuove linee ferroviarie suburbane e dei nuovi servizi che serviranno il sito espositivo (Regione Lombardia/Trenord, 25 milioni di euro); acquisto di nuovi treni (150 milioni di euro); - Rho-Gallarate: ripristino del finanziamento a Rfi per il completamento del raccordo ferroviario Y per Malpensa e il triplicamento della linea ferroviaria del Sempione da Vanzago a Gallarate (402 milioni di euro); - Collegamento SS 11-Tangenziale Ovest di Milano e variante di Abbiategrasso, ulteriori risorse per la realizzazione dell'intera opera (268 milioni di euro); - SS 341 e bretella di Gallarate, ulteriori risorse per la realizzazione dell'intera opera (128 milioni di euro); - Collegamento ferroviario Bergamo-aeroporto di Orio, finanziamento per realizzare il collegamento ferroviario di RFI tra la stazione e l'aeroporto (opera in legge obiettivo, 170 milioni di euro).

Totale infrastrutture connesse ad Expo: 1 miliardo e 623 milioni di euro.

RICHIESTE FINANZIARIE CONNESSE A EXPO - Deroga al Patto di stabilità per il 2014 e il 2015 a favore degli Enti locali lombardi per l'organizzazione di eventi e il miglioramento dei servizi di logistica e ricettività (500 milioni di euro); - Copertura della quota della Provincia di Milano in Expo Spa (60 milioni di euro); - Completamento della Tenenza di Pero, come concordato nel Tavolo Sicurezza Expo (5 milioni di euro); - Stanziamento a favore della Regione di un fondo per le spese straordinarie legate a sanità, servizi pubblici, apertura straordinaria dei teatri lombardi nel 2015 e organizzazione del Forum Unesco Monza 2015 (50 milioni di euro).

Totale altre richieste connesse ad Expo: 615 milioni di euro.

ALTRE RICHIESTE

- Estensione anche alla Regione Lombardia della deroga alle spese di promozione di Expo, prevista al comma 1 art. 46 del DL 69/2013 solo per gli Enti locali; - Deroga per la Regione Lombardia rispetto ai limiti imposti dal DL 95/2012 relativi alle spese auto effettuate per i servizi connessi a Expo sino a tutta la durata della manifestazione.

ADEMPIMENTI DEL GOVERNO - Collegamento ferroviario T1-T2 a Malpensa: occorre garantire che, entro l'aggiudicazione dei lavori (giugno-luglio 2014), siano assegnati i 45 milioni di euro stanziati con il Dl 'Destinazione Italia' quale cofinanziamento statale per la realizzazione dell'opera; - Collegamento SS 11-Tangenziale Ovest di Milano e variante di Abbiategrasso: approvazione al Cipe del I lotto; - SS 341 e bretella di Gallarate: approvazione al Cipe del I lotto; - Cassanese bis: parere del Cipe e approvazione con Decreto interministeriale del nuovo Piano economico-finanziario di Milano Serravalle, che consente il completamento dei collegamenti della BreBeMi all'attuale Tangenziale Est di Milano; - Rho-Monza: per i Lotti 1 e 2 occorre che il Matt e il Mibac completino al più presto la procedura di ottemperanza del decreto Via e che il Mit approvi tempestivamente il progetto esecutivo; occorre, inoltre, che il Matt e il Mit considerino definitivamente concluso il tavolo di verifica delle possibili alternative al tracciato (superando la nota 13.02.2014 a firma di Mariano Grillo); - Svincolo Arese e spostamento casello: autorizzazioni del Mit alla proposta di stralcio di Aspi relativi all'ampliamento della A8 necessarie all'avvio dei lavori; - Teem: per il completamento dell'opera, devono essere riviste le convenzioni con Aspi per la realizzazione degli svincoli sulla A4 e A1; non risulta ancora registrato alla Corte dei Conti il decreto del Mit di concerto col Mef per l'erogazione della prima tranche di contributo di 70 milioni di euro; - Arcisate-Stabio: occorre la massima celerità per l'approvazione al Cipe delle modifiche progettuali relative ai siti di destino delle terre in esubero con le eventuali integrazioni finanziarie; - Potenziamento agenti di Polizia: è opportuno un incremento delle Forze dell'ordine, per fronteggiare le necessità legate a Expo, verificando la possibilità di ampliare l'ultima graduatoria «Concorso per 964 Allievi Agenti».

© riproduzione riservata